rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Calcio

Rosanero si nasce: il figlio di Andelkovic torna al Barbera 8 anni dopo il "battesimo" della promozione in A

Il piccolo Adrian appena nato entrò in campo assieme al padre in occasione di Palermo-Lanciano del 10 maggio, una settimana dopo la vittoria di Novara che sancì l'ultimo ritorno in massima serie nel 2014

Generalmente il legame nei confronti di una squadra di calcio è qualcosa che nasce sin da quando si è piccoli, alle volte persino nei primi giorni di vita, in molti casi attraverso la trasmissione dei genitori. E' decisamente questo il caso del piccolo Adrian Andelkovic. Otto anni, figlio di Sinisa, difensore arrivato al Palermo nel gennaio 2011 da quel Maribor affrontato in Europa League da cui i rosanero prelevarono prima Bacinovic e soprattutto Josip Ilicic dando vita a una nutrita colonia di giocatori sloveni alla quale si aggiunsero anche Struna e Kurtic.

Partito inizialmente in sordina, Andelkovic dopo due anni in prestito, tornò alla casa madre divenendo uno dei protagonisti della promozione in B nella stagione 2013/2014 con Iachini in panchina. A 8 anni esatti da quel traguardo, ottenuto il 3 maggio 2014 in Novara-Palermo 0-1, Adrian, accompagnato dalla madre è tornato sul campo del Barbera dove era entrato in braccio al papà Sinisa una settimana dopo la vittoria in terra piemontese, nel giorno della festa celebrata in casa in un Palermo-Lanciano finito 1-1. Il momento è stato immortalato dalla società rosanero con un post sui social: "Perché se nasci aquila sei aquila per sempre", scrive il club.

Adrian Andelkovic, figlio di Sinisa che torna in campo otto anni dopo la prima volta (foto FB Palermo FC)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rosanero si nasce: il figlio di Andelkovic torna al Barbera 8 anni dopo il "battesimo" della promozione in A

PalermoToday è in caricamento