rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Calcio

Parmonval, mister Aprile sulla stagione: “Sono soddisfatto, meritavamo qualcosa in più ma nessun rammarico”

L’allenatore biancazzurro, subentrato a inizio campionato, ripercorre il cammino della squadra nel girone A di Eccellenza: “A Caltanissetta la svolta del campionato, sui playoff qualcuno si era illuso ma non eravamo attrezzati come organico, abbiamo fatto bene anche sotto il profilo delle prestazioni”

Arrivato a ottobre in sostituzione del dimissionario Giuseppe Rinaudo, Marco Aprile è riuscito a tirare fuori la Parmonval dalle sabbie mobili della bassa classifica portando nel girone la squadra ad essere una delle compagini più ostiche da affrontare dell’intero girone A di Eccellenza, chiuso all’undicesimo posto ma con la salvezza ampiamente conquistata già a Marzo. L’allenatore palermitano esprime le sue considerazioni sulla stagione appena conclusa.

Il tecnico biancazzurro in prima battuta parla del cammino della squadra: “Sono soddisfatto del percorso che abbiamo fatto - spiega a PalermoToday - quando sono arrivato mi è stato chiesto di raggiungere l’obiettivo della salvezza. Consideriamo anche che quest’anno è stato uno dei gironi più competitivi degli ultimi anni, con squadre molto attrezzate. All’inizio della mia gestione siamo passati da sconfitte contro squadre contro Misilmeri e Canicattì ma anche in quella fase ero convinto che le qualità della squadra sarebbero venute fuori. Poi è arrivato il filotto di dieci risultati utili consecutivi che forse non ci aspettavamo neanche noi: abbiamo lavorato, vincere aiuta a vincere e questo ti dà pure ulteriore tranquillità. Inoltre, abbiamo cambiato anche modo di giocare, da anni la Parmonval era abituata a giocare con il 3-5-2 e quindi ci voleva tempo per abituarsi a un nuovo sistema di gioco, per quanto sono sempre stato convinto che i giocatori potessero interpretarlo bene. Abbiamo anche fatto ottime prestazioni”.

Aprile individua poi quelli che sono stati i passaggi chiave nel rilancio della squadra: “Devo dire che i momenti importanti sono stati diversi - afferma - nel primo tempo dell’andata contro la Don Carlo Misilmeri, al di là degli episodi di quella gara, ho visto già che c’era stato un cambio di rotta anche se stavamo giocando ancora col 3-5-2: il cambio del modulo l’ho implementato dalla sfida contro il Canicattì, dove abbiamo tenuto testa alla capolista e ho visto cose interessanti. La vittoria dell’andata contro Mazarese è stata sicuramente significativa anche se la vera e propria svolta è arrivata con il successo di Caltanissetta, che non era facile perché la Nissa era una squadra di vertice. In quel frangente venivamo da un lavoro importante fatto durante la sosta del campionato e i risultati si sono visti non solo sotto il profilo della classifica ma anche come prestazione”.

Il tecnico spiega poi di non avere grossi rimpianti in merito al piazzamento finale: “Sicuramente avremmo potuto fare qualcosa in più - sottolinea - ma anche che meritassimo qualche punto in più. Va anche detto che dopo la nostra serie positiva qualcuno aveva fantasticato un po’ troppo sulla possibilità dei playoff. In tal senso bisogna essere oggettivi e tenere conto che non avevamo una rosa tale da poterci permettere di sognare altro, perché abbiamo un organico risicato e molti giocatori quest’anno spesso hanno dovuto fare gli straordinari giocando non sempre in condizione ottimale. Non posso dunque avere rammarico, anche pensando a come sono andate le cose sotto il profilo degli infortuni: mi ritengo dunque soddisfatto, avremmo meritato qualcosa in più ma pazienza, ho visto comunque cose positive anche quando avevamo raggiunto l’obiettivo”.

In chiusura il tecnico traccia il bilancio personale di questa stagione: “Mi lascia tante sensazioni positive - conclude Aprile - io per altro mancavo dall’Eccellenza da qualche anno e aver raggiunto l’obiettivo per me è una soddisfazione come fare bene in una società nuova che conoscevo marginalmente.  Devo dire che si è creato un bel rapporto, sono stato accolto veramente bene e non ho mai percepito nessun malumore anzi, ho avuto sempre grande fiducia e apprezzamento e la dirigenza non mi ha fatto mai mancare il suo supporto fino all’ultimo. Anche di questo sono molto soddisfatto”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parmonval, mister Aprile sulla stagione: “Sono soddisfatto, meritavamo qualcosa in più ma nessun rammarico”

PalermoToday è in caricamento