Sabato, 24 Luglio 2021
Cronaca

Prestiti con tassi d'interesse fino al 500%, marito e moglie vanno a processo

Vito Signorino e Rosalia Arcara dovranno rispondere del reato di usura. A fronte di una somma concessa pari a mille euro sarebbero stati capaci di chiederne indietro fino a 9 mila. Delle 5 persone offese individuate solo una si è costituita parte civile

Il Tribunale di Palermo

Avrebbero prestato somme chiedendo poi tassi d’interesse tra il 70 e il 500%. Vito Signorino e Rosalia Arcara, rispettivamente marito e moglie, sono stati rinviati a giudizio con le accusa di usura e minacce. I due in passato sono stati già travolti da un’inchiesta sullo sfruttamento della prostituzione che ha portato a due arresti e al sequestro di un centro estetico a luci rosse, il "Blue Moon" di via Ugo La Malfa, per il quale sono postati assolti.

A fronte di un prestito da mille euro i due sarebbero arrivati a chiedere in breve tempo fino a 9 mila euro. Cinque le parti offese individuate, ma solo una di loro si è costituita parte civile con il supporto legale degli avvocati Francesco Cutraro ed Ettore Barcellona. A costituirsi parte civile anche il Centro studio Pio La Torre onlus. Il processo per usura inizierà il prossimo 18 giugno davanti alla quinta sezione penale del Tribunale di Palermo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestiti con tassi d'interesse fino al 500%, marito e moglie vanno a processo

PalermoToday è in caricamento