menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morto l'avvocato Marcatajo, arrestato a febbraio per riciclaggio

Il legale è stato coinvolto nell'operazione antimafia "Cicero". Secondo gli inquirenti avrebbe aiutato la famiglia dei Graziano, legata ai Galatolo, a "ripulire" i proventi delle attività illecite. Era stato scarcerato da poco

Morto l’avvocato ritenuto dagli inquirenti il "salvadanaio" di un gruppo affiliato a Cosa nostra. E’ venuto a mancare nella notte Marcello Marcatajo, 69 anni, arrestato lo scorso febbraio con l’accusa di avere riciclato i soldi della mafia. Era stato scarcerato poche settimane fa a causa del suo stato di salute. L’ordine professionale lo aveva sospeso in via cautelare proprio per le indagini che lo avevano travolto.

Mafia, sospeso dell'Ordine l'avvocato Marcello Marcatajo
VIDEO: OPERAZIONE CICERO, LE INTERCETTAZIONI

Il legale, volto noto in città, era stato coinvolto nell’ambito dell’operazione antimafia “Cicero” che portò in carcere altre otto persone con l’accusa di intestazione fittizia di beni, riciclaggio e reimpiego di denaro di provenienza illecita. Sarebbe stato lui, secondo quanto ricostruito dagli investigatori, il colletto bianco a cui era stato dato il compito di "ripulire" i soldi della famiglia Graziano, alleata coi Galatolo, nella zona Acquasanta-Resuttana.

Mafia, sospeso dell'Ordine l'avvocato Marcello Marcatajo
LEGGI ANCHE: LA MAFIA INVESTE SUL MATTONE

Intercettato per mesi dopo il ritrovamento di un "pizzino" con il suo nome in casa dell'imprenditore Vincenzo Graziano, avrebbe gestito diverse compravendite immobiliari per conto della famiglia mafiosa dei Galatolo e dello stesso Graziano. Secondo quanto ricostruito dagli uomini del Nucleo di polizia valutaria, che hanno setacciato il suo studio a caccia di documenti e pen drive compromettenti, Marcatajo col passare del tempo sarebbe diventato una sorta di consulente economico-finanziario dei boss.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento