Lunedì, 18 Ottobre 2021
Mafia

Mafia, dopo due settimane scarcerato l'avvocato Marcatajo: motivi di salute

Il civilista, 69 anni, era finito in manette nell'ambito dell'operazione Cicero con l’accusa di intestazione fittizia di beni. Le sue condizioni di salute sarebbero incompatibili con il regime carcerario

L'avvocato Marcello Marcatajo,  arrestato due settimane fa nel corso dell'operazione Cicero, va ai domiciliari per motivi di salute. Le sue condizioni sono infatti incompatibili con il regime carcerario. La decisione è stata presa dal gip Lorenzo Iannelli. Il giudice ha ordinato una perizia medica nella quale è emerso che le condizioni di salute sono peggiorate in carcere.

Marcatajo, 69 anni, avvocato civilista, era finito in manette con l’accusa di intestazione fittizia di beni, riciclaggio e reimpiego di denaro di provenienza illecita. Intercettato per mesi dopo il ritrovamento di un "pizzino" con il suo nome in casa dell'imprenditore Vincenzo Graziano, avrebbe gestito diverse compravendite immobiliari per conto della famiglia mafiosa dei Galatolo e dello stesso Graziano. Secondo quanto ricostruito dagli uomini del Nucleo di polizia valutaria Marcatajo col passare del tempo sarebbe diventato una sorta di consulente economico-finanziario dei boss.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, dopo due settimane scarcerato l'avvocato Marcatajo: motivi di salute

PalermoToday è in caricamento