Cronaca Sperone / Via Messina Marine

Il ladro di tv del Civico colpisce ancora, fermato per furto al Buccheri

I poliziotti in servizio presso il nosocomio hanno bloccato G.R., 40 anni, accusato di avere scassinato le macchinette all'interno della sala mensa. Solo il 31 agosto aveva portato via un televisore dal reparto di Oncoematologiapediatrica del Civico

Il furto al Civico

Due volte in ospedale in meno di venti giorni, non per un ricovero o per una visita di cortesia ma per rubare. Gli agenti in servizio all'ospedale Buccheri La Ferla hanno fermato G.R., 40 anni della Zisa, accusato di avere scassinato le macchinette per le bevande all'interno della sala mensa. Secondo quanto ricostruito, in pochi attimi avrebbe manomesso i distributori rubando circa 60 euro. A dare l'allarme sono stati i portieri in servizio nel nosocomio. Immediato l'intervento degli agenti, che lo hanno inseguito e bloccato a pochi metri dalla struttura in via Messina Marine. Nella fuga l'uomo ha gettato il bottino, recuperato e sequestrato dagli agenti.

Una volta fermato è stato identificato e si è scoperto che si trattava di una "vecchia conoscenza". A suo carico c'è già una denuncia per un episodio analogo. E' ritenuto l'autore del furto di un televisore compiuto a fine agosto nel reparto di Oncoematologia pediatrica del Civico. Il suo ingresso nella struttura è però stato immortalato dalle telecamere di sorveglianza e la polizia lo ha rintracciato dopo alcuni giorni.

GUARDA IL VIDEO Civico, le immagini del furto: dall'ingresso del ladro alla fuga

Una volta scoperto si è giustificato dicendo che non aveva capito di avere sottratto un televisore a dei bambini malati. Il furto al Civico, in un reparto "delicato" come quello di Oncoematologia pediatricato, non aveva lasciato indifferente il sindacato di polizia Consap, che aveva avviato una raccolta fondi per rimediare a quanto accaduto.

LEGGI ANCHE: Civico, il ladro di tv: "Non sapevo di avere rubato ai bimbi malati"

E adesso dalla Consap esprimono "amarezza e rabbia. Purtroppo - dicono -  il nostro lavoro sembra essere diventato inutile. Una persona che poche settimane fa ha rubato un oggetto che serviva per dare il sorriso dei bambini malati, adesso è libera e ha rubato nuovamente all'interno di un ospedale. Noi capiamo che i magistrati applicano la legge, ma crediamo che questa legge così debba essere modificata immediatamente. Altrimenti sarà un 'gioco' di guardie e ladri".

L'uomo adesso è agli arresti domiciliari per furto aggravato in struttura pubblica e danneggiamento, in attesa di essere processato per direttissima (lunedì mattina ndr.)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ladro di tv del Civico colpisce ancora, fermato per furto al Buccheri

PalermoToday è in caricamento