L'appello dei pendolari: "Raddoppio ferroviario Patti-Castelbuono non sia ennesima incompiuta"

I comitati “Pendolari Sicilia – Ciufr” e “Cefalù-Quale ferrovia” si rivolgono al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al premier Giuseppe Conte ma anche ai ministri competenti

Nuovo appello dei comitati “Pendolari Sicilia – Ciufr” e “Cefalù-Quale ferrovia” al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al premier, Giuseppe Conte, ma anche ai ministri competenti e alla XIV commissione per le Politiche dell'Ue, affinché "venga finalmente realizzato il collegamento stabile sullo Stretto di Messina  e sia rifinanziato e realizzato il doppio binario dei rimanenti 80 chilometri della tratta Patti - Castelbuono, lungo la dorsale tirrenica Messina - Palermo". Per Giacomo Fazio e Vincenzo Cesare, presidenti dei due comitati, non è "campanilismo" ma la richiesta nasce dall'esigenza di "evitare squilibri di sviluppo economico, sociale e culturale tra le province siciliane".

"I due comitati condividono da sempre - si legge in una nota - i piani di sviluppo della rete ferroviaria previsti per il Centro-Sud della Sicilia. Pertanto, non è assolutamente accettabile la prevista cancellazione dai decennali programmi dell'Ue, e dei diversi Governi nazionale e regionale siciliano, del doppio binario per tutta la linea Me-Pa, lasciando a binario singolo i rimanenti 80 Km. di quei 224 complessivi, cioè il senso unico alternato tra le stazioni di Patti e Castelbuono. Diciamo 'No' alla stridente programmata incompiuta (appunto la litoranea Messina- Palermo), come purtroppo dimostra la decisione di escludere la Patti-Castelbuono dalle infrastrutture individuate dal nostro Governo da realizzare tempestivamente con i fondi del Recovery Fund”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per i comitati se la scelta venisse confermata "si potrebbe configurare uno spreco di denaro pubblico e con danno erariale, in quanto risulterebbero non adeguatamente sfruttati (per i viaggi a lunga e media percorrenza e per i pendolari) i 144 chilometri di doppio binario già quasi totalmente in esercizio della Me-Pa".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento