menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I fratelli e maestri Biscari

I fratelli e maestri Biscari

Cannolo Festival, i maestri e fratelli Biscari vincono a Sanlorenzo Mercato

Oltre 3.700 cannoli, più di 600 chili di ricotta. Palermo incorona il cannolo più buono, quello dei fratelli di Santa Cristina Gela. Per la prima volta in un'unica manifestazione un incontro-scontro tra quattro baluardi del dolce siciliano

E’ quello dei Fratelli Biscari di Santa Cristina Gela il cannolo che ha trionfato alla prima edizione del “Cannolo Festival” a Sanlorenzo Mercato a Palermo. L’evento, dal 29 al 30 aprile, ha riunito per la prima volta in un'unica occasione quattro dei principali distretti produttivi del cannolo, già meta di veri e propri pellegrinaggi di golosi e appassionati: Piana degli Albanesi, Santa Cristina Gela, Chiusa Sclafani e Marsala, con i maestri Vito Mandalà (Peccati di Gola – Piana degli Albanesi), i fratelli Gaetano e Sergio Biscari (Bar del Corso – Santa Cristina Gela), Giuseppe Colletti (Artigiandolce – Chiusa Sclafani) e Giacomo Parrinello (Dolce Tentazione – Marsala).

Nel corso della manifestazione, alla quale hanno partecipato quasi 8 mila persone sono stati venduti oltre 3.700 cannoli con più di 600 chili di ricotta fresca, attraverso i percorsi di degustazione che hanno consentito l’assaggio e la votazione da parte del pubblico. Proprio il pubblico, con oltre 800 voti espressi, è stato protagonista della scelta, premiando i cannoli di Santa Cristina Gela (nella foto sotto) davanti agli altri tre concorrenti. Una preferenza poi confermata anche dalla giuria tecnica presieduta dal maestro pasticcere Pietro Pupillo, e formata anche dal giornalista Roberto Chifari e i food blogger Ornella Daricello (Gialla tra i Fornelli) e Vincenzo Puglisi (Crocche.it), in collaborazione con l’Associazione provinciale Cuochi e Pasticceri di Palermo e con la condotta palermitana di Slow Food.

Cannolo Biscari - Santa Cristina Gela (low)-2

È stato proprio il maestro Pupillo a consegnare a Sergio Biscari il trofeo della prima edizione del "Cannolo Festival", realizzato in taglio laser 3D dagli artigiani di FabLab Palermo. “Il cannolo - ha detto Pietro Pupillo - rappresenta l’identità della Sicilia nel mondo. Su prodotti come questo si gioca l’identità di un popolo che raccoglie la tradizione e ne fa un motivo di crescita per un intero territorio. Occasioni come queste rappresentano momenti di confronto ed evoluzione dell’intero sistema di eccellenza della nostra pasticceria locale, da preservare con cautela”.

Nei due giorni, si sono susseguite dimostrazioni, talk show, laboratori e showcooking che hanno mostrato dal vivo la preparazione del dolce nell’apposita area-lab; mentre un’altra postazione ha dato spazio al cannolo senza glutine, per le persone celiache. Spazio anche ai bambini, che attraverso i laboratori di PalermoBimbi hanno appreso le tecniche di lavorazione del cannolo e hanno partecipato “con le mani in pasta” alla preparazione del dolce da piccoli chef pasticceri (Fonte: Gaetano Lombardo).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento