Calcio

Città di Carini, parla il direttore tecnico Cerro: “La continuità del gruppo è la nostra forza”

Il responsabile dell'attività di baserossoblù spiega gli obiettivi della squadra: “Miriamo alla salvezza ma non ci poniamo limiti”. Sull'inizio di stagione: "Buona partenza, fiduciosi di poter fare bene"

Tra le squadre impegnate nel girone A del campionato di Promozione c’è il Città di Carini che in questo inizio di stagione ha conquistato tre punti in due partite, frutto del successo sul gong ottenuto domenica scorsa a Lascari. Il direttore tecnico dell'attività di base del club rossoblù Giuseppe Cerro analizza il momento e le prospettive della squadra.

Cerro ha parlato delle prime uscite della squadra tracciando un primo bilancio: “L’inizio di stagione- afferma a PalermoToday - è stato positivo. Vero che la prima di campionato l’abbiamo persa ma non abbiamo demeritato, potevamo fare un qualcosa in più che non è arrivato e abbiamo fallito anche un rigore. Considerando però che la prima l’abbiamo persa contro una buona squadra senza demeritare e che poi abbiamo vinto in trasferta penso che sia un ottimo inizio e sono fiducioso che possiamo fare bene.

In merito al mercato il tecnico rossoblù spiega che non ci saranno stravolgimenti: “La squadra c’è - spiega - ed è quella che immaginavamo noi. Il gruppo lavora da quattro anni assieme, i ragazzi stanno bene insieme, si divertono che in queste categorie è la cosa migliore ed hanno dimostrato di essere coesi. Sicuramente continueranno a dimostrarlo in campionato”.

Cerro ha poi spiegato quali sono le ambizioni della squadra per questa stagione: “L’obiettivo, considerando che ci sono tantissime squadre attrezzate è quello di salvarci -spiega -senza però perdere d’occhio la parte alta della classifica. L’appetito vien mangiando e se si riesce ad incastrare una serie positiva non si può sapere da qui a metà campionato quale sia la situazione di classifica: da lì in poi decideremo”.

Il direttore ha poi spiegato l’importanza del settore giovanile nel progetto della squadra: “Il Città di Carini ha un settore giovanile e l’obiettivo condiviso dal mister è quello di portare i ragazzi in prima squadra: già in rosa abbiamo dei ragazzi del 2004. La rosa è sempre più o meno la stessa da tanti anni: la forza del mister e del gruppo nasce proprio da questo quindi non la stravolgeremo mai più di tanto. Stiamo crescendo, abbiamo la fortuna di avere una delle strutture migliori del palermitano, un fiore all’occhiello, e questo ci permette di poter fare calcio in un posto bello e sano nonché di poterci allenare contando su tecnici e strumenti che ci fanno lavorare bene. Essendo la squadra di Carini vogliamo portare tanti ragazzi a giocare per la prima squadra vestendo la maglia della città: poi se si presentassero da parte loro ambizioni superiori e possiamo accompagnarli ben venga. Il nostro obiettivo resta sempre quello di dare giocatori alla prima squadra”.

Cerro ha infine espresso le sue sensazioni in vista del prossimo match che vedrà la squadra impegnata contro il Raffadali: “La rosa c’è, abbiamo un ottimo preparatore tecnico, un allenatore preparato che conosce la squadra nei minimi dettagli. Siamo convinti che la prestazione non mancherà: il risultato sarà determinato dalle occasioni perse o trovate in campo ma l’importante è lavorare sulla qualità della prestazione. Se la prestazione è buona alla lunga la squadra esce fuori: sul resto non mi sbilancio”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città di Carini, parla il direttore tecnico Cerro: “La continuità del gruppo è la nostra forza”

PalermoToday è in caricamento