Domenica, 24 Ottobre 2021
Calcio

La Polisportiva Lascari-Cefalù si presenta, il ds Fiduccia: "Il nostro progetto è legato al territorio"

Il direttore sportivo giallorosso fissa gli obiettivi stagionali della squadra: "Prima la salvezza, poi vedremo dove possiamo arrivare". Sulla partita di domenica prossima contro Casteldaccia: "Loro ottima squadra ma noi faremo la nostra partita"

Da questa stagione il calcio a Lascari è ripartito da un nuovo progetto nato dalla sinergia con la realtà calcistica cefaludese dando vita alla Polisportiva Lascari-Cefalù, divenuta espressione di entrambi i comuni. Il direttore sportivo Rolando Fiduccia spiega quali sono gli obiettivi a breve e lungo termine della realtà appena nata.

Nell'ultima giornata di campionato la squadra, dopo la vittoria all'esordio contro il Supergiovane Castelbuono, è stata sconfitta all'ultimo secondo dal Città di Carini per 1-0. Un risultato che non preoccupa in particolar modo il ds: "La partita - racconta Fiduccia a PalermoToday - è stata una partita molto equilibrata contro una squadra che come noi ha un progetto sportivo legato al territorio con una rosa giovane implementata da elementi di esperienza. Ci sono state poche occasioni: noi avevamo preso la traversa con Sferruzza ma non siamo riusciti a creare altro. Al 95’ da una palla inattiva loro hanno segnato con un bel colpo di testa e sono riusciti a vincere. Pazienza, non facciamo drammi"

Per la Polisportiva Lascari-Cefalù queste prime partite sono le battute iniziali di un progetto nato dalla voglia di entrambe le realtà di costruire qualcosa di importante: "L’input è partito dai ragazzi di Cefalù - spiega Fiduccia - che mi hanno accoratamente sollecitato per poter tornare tutti insieme a giocare in zona come avveniva nell’ex Cefalù Calcio nella quale era ds. Ci siamo messi a lavorare per trovare una soluzione: poi abbiamo ricevuto la chiamata di Saro e Michele Polizzotto,I presidente del Lascari, che mi hanno proposto di unire le forze. Io ho proposto un progetto che fosse legato al territorio e siamo partiti. Se tutto questo si sta avverando dobbiamo dire grazie alla Polisportiva Lascari, alla città e al presidente che ci crede tantissimo".

Fiduccia ha poi spiegato quali sono gli obiettivi stagionali della squadra: "Penso che abbiamo una buonissima base tecnica  - afferma - con i ragazzi di Cefalù, quella con i vari Fazio, Portera, i fratelli Fiduccia, Sferruzza, Mocciaro; anche loro avevano ottimi giocatori come Ventura e Castigliola per fare alcuni nomi. Il girone di Promozione è molto competitivo, non ci siamo dati un obiettivo preciso: ovviamente miriamo alla salvezza ma strada facendo vedremo dove possiamo arrivare. Abbiamo un mister preparato come Zappavigna che sa lavorare bene sia sul campo che con la testa dei giocatori: salvezza e divertimento sono gli obiettivi che abbiamo come squadra e come dirigenti".

Il dirigente ha poi voluto sottolineare come la crescita dei giovani sia un aspetto prioritario del progetto: "Al momento abbiamo in rosa 25-26 ragazzi tra cui Juniores - prosegue - che non hanno mai calcato il campo di Promozione prima di quest’anno che hanno dimostrato le doti tecniche giuste. Il nostro mister non ha paura di dare fiducia ai giovani e di strigliarli quando serve e i ragazzi ci credono, si impegnano agli allenamenti seriamente senza lamentarsi. Il nostro progetto è a lungo termine: l’obiettivo è quello di strutturare una società che porti qualcosa di nuovo e lavori sempre valorizzando i calciatori del nostro territorio".

In chiusura Fiduccia ha parlato delle sue sensazioni in vista del prossimo impegno che vedrà il Lascari-Cefalù di fronte al Casteldaccia come già successo in Coppa Italia: "Il Casteldaccia è un’ottima squadra - conclude Fiduccia allenata bene da un bravissimo tecnico come Pagano. Si tratta di una bella realtà che da 2-3 anni lavora sul suo progetto calcistico e che dunque ha una continuità tecnica. Ci aspettiamo di fare la nostra partita senza esaltarci in caso di risultato utile o deprimerci in caso di nuova sconfitta. Giocheremo in casa davanti al nostro pubblico, che ringraziamo perché contro il Carini ci ha sostenuto e ci ha seguito con partecipazione. Noi dobbiamo comunque lavorare per tirare le somme a fine campionato con l’idea di migliorarci.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Polisportiva Lascari-Cefalù si presenta, il ds Fiduccia: "Il nostro progetto è legato al territorio"

PalermoToday è in caricamento