rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Eventi

Palermo con gli occhi di Google, al Massimo il "Gran Tour" è in chiave digitale

Sarà proprio dal palcoscenico del Teatro (l'unico scelto in Italia grazie alla sua capacità innovativa) che si potranno scoprire i simboli della cultura attraverso la realtà aumentata. L’appuntamento è per il 21 e il 22 ottobre prossimi

Più di tre secoli fa il “Gran Tour”, il viaggio in Italia alla ricerca di quella ispirazione che ha rivoluzionato il mondo, era un privilegio di pochi. Oggi non lo è più. Perché Google non solo ha re-inventato il “Gran Tour”, rigorosamente in chiave digitale, ma porta chiunque a Palermo grazie al progetto promosso da Google Arts&Culture. Per far questo, sceglie per la prima volta un teatro d’opera. Sarà proprio dal palcoscenico del teatro Massimo che si potranno scoprire i mille volti di Palermo, i simboli della cultura attraverso la realtà aumentata. L’appuntamento è per il 21 e il 22 ottobre prossimi.  

“Celebrare il passato per definire il futuro”. Si annuncia così il Gran Tour Palermo promosso da Google e che, all’interno del più grande e 'innovativo' - come definito dal colosso stesso - monumento d’Italia dedicato all’opera lirica in origine ad appannaggio esclusivo dell’élite cittadina, porta una nuova generazione di nativi digitali alla scoperta dei tesori della città. Un viaggio virtuale che promette, sin dalle premesse, di volgere sguardi visionari alla città. Si parte appunto dal passato, quello che attraversa i mercati storici passando Castello della Zisa, e si arriva a quel futuro fatto di sguardi lontani.

Dallo street food all’aria condizionata nel Medioevo. Con Google si potrà andare alla scoperta dei mercati per cogliere la dimensione storica di quel cibo da strada che in principio era un modo per preparare pasti economici o riutilizzare avanzi di cibo e che oggi, invece, è attrazione per turisti di tutto il mondo e fonte d’ispirazione per le tendenze a tavola, per i ristoranti stellati e gli chef di fama mondiale. Ma non solo. Si potrà anche conoscrere il sistema di ventilazione della Zisa che, di fatto, ha anticipato di otto secoli e mezzo i modelli sostenibili di aria condizionata che fa uso di energie rinnovabili.

Grazie a partner come il Comitato Giovani della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, il Gran Tour Google approda a Palermo. “Dopo Venezia, Roma e Siena, Google sceglie Palermo e il suo teatro - commenta Francesco Giambrone, sovrintendente della Fondazione -. Il teatro Massimo è stato selezionato come l’unico teatro italiano grazie alla sua capacità innovativa. Google presenterà il progetto nel teatro che è simbolo della città e del paese intero e lo farà nel weekend che coincide con una delle nostre iniziative di maxi schermo in piazza. Dalla Zisa a Ballarò, un modo per vivere ancora una volta il teatro a 360 gradi e che ci riempie di gioia”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palermo con gli occhi di Google, al Massimo il "Gran Tour" è in chiave digitale

PalermoToday è in caricamento