menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Braccio di ferro e nuovo vertice Comune-autorità portuale per i varchi di via Crispi

Al centro della contesa ci sono i provvedimenti presi da Palazzo delle Aquile per decongestionare il traffico nella zona. Dopo il nulla di fatto della prima riunione, le parti si incontreranno nelle prossime ore

Le posizioni restano distanti e lo scontro che si è consumato negli ultimi giorni tra Comune e Autorità portuale per l'apertura dei varchi del porto e la gestione della viabilità in via Crispi sembra essere tutt'altro che sopito. Il vertice di ieri tra le parti non ha portato a un accordo. Così Autorità portuale, Autorità marittima, guardia di finanza, agenzia delle dogane, polizia di frontiera e municipale si incontreranno nuovamente oggi.

Tutto è iniziato con un'ordinanza emessa da Palazzo delle Aquile per regolamentare il traffico in via Crispi. L'asse viario è diventato "rovente" sul fronte del traffico sia per l'avvio di un nuovo cantiere Tecnis per l'anello ferroviario sia per il potenziamento dei controlli antiterrorismo al porto. Da qui la decisione di vietare, fino alla fine di novembre, ad auto e mezzi pesanti di accedere al porto dai varchi su via Crispi. I camion potranno accedere dal varco in via Filippo Patti, mentre le vetture entreranno da via dell’Arsenale e del prolungamento di via Mariano Stabile, a valle della via Crispi.

La decisione non ha sortito gli effetti sperati, il traffico è andato in tilt esattamente come nei giorni precedenti l'entrata in vigore del provvedimento. Da qui lo scontro e il rimpallo di accuse tra Comune e Autorità portuale. Il presidente Vincenzo Cannatella contesta la chiusura deui varchi e sostiene che la decisione non sia frutto di un accordo, il sindaco Leoluca Orlando boccia la gestione del porto nel suo complesso e ricorda che sulla presidenza dell'Autorità pende un ricorso al Tar.

E tra i due litiganti, con il nulla di fatto della prima riunione, la situazione è in stallo: traffico in via Crispi, commercianti e residenti esasperati e polizia municipale mobilitata per regolamentare il traffico. Intanto l'ordinanza resta in vigore e l'autorità portuale "ha garantito - spiegano dal Comune - che sarà predisposta, nel più breve tempo possibile, la segnaletica di indirizzamento verso il porto e ha manifestato la disponibilità a verificare entro la nuova riunione, la modalità di attuazione dell'apertura del varco Sammuzzo al fine di aumentare la capacità di accesso all'area portuale". 


    

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento