Guerriglia sulla toponomastica, nuove scritte contro Francesco Crispi

Nell'omonima via sono apparse quattro definizioni date da Antonio Gramsci per descrivere Crispi. L'iniziativa segue il progetto Viva Menilicchi! di Wu Ming 2 e Fare Ala per Manifesta 12

Una delle scritte comparse in strada

Nuovi interventi di guerriglia contro la toponomastica cittadina. Sono comparse una serie di scritte in via Crispi che sembrano una risposta o una continuazione, a giudicare dalla modalità e dal contenuto, a quelli realizzati nell'ambito del progetto Viva Menelicchi! di Wu Ming 2 e Fare Ala lo scorso ottobre per Manifesta 12, progetto che aveva mappato i luoghi coloniali della città ed era culminato con un Grande Rituale Ambulante contro il colonialismo. Questa volta il personaggio attaccato dalla guerriglia è Francesco Crispi.

Nella via a lui dedicata sono apparse quattro scritte di Antonio Gramsci, che creano una sorta di narrazione urbana raccontando quattro tratti di Crispi: dalla promozione dell'impresa coloniale in Etiopia alla repressione dei Fasci siciliani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è la prima volta che dopo il progetto Viva Menilicchi! appaiono interventi sui nomi delle strade dedicati a personaggi legati al colonialismo. Meno di due settimane fa è stata la volta di via Vittorio Bottego a Catania dove era comparsa la scritta "esploratore e pluriomicida. Subito rimosse, le scritte erano ricomparse pochi giorni dopo a 700 km di distanza, a Bologna. La figura di Crispi in realtà era già stata oggetto di un intervento di Fare Ala che aveva creato un'immagine provocatoria dove la statua a lui dedicata in piazza Crispi viene abbattuta.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Straordinario ritrovamento a Caltavuturo: scoperta strada del secondo secolo Dopo Cristo

  • Coronavirus, altri 65 nuovi casi in Sicilia: Palermo la provincia più colpita

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento