Cronaca

Rapine in banca a Verbania, arrestati cinque palermitani

Sono accusati di due assalti, tra febbraio e marzo 2012, alla banca popolare di Novara di Piedimulera e alla Banca Popolare di Intra di Pieve Vergonte. Il bottino ammonta complessivamente a 240 mila euro

Sono accusati di due rapine in banca, dal bottino complessivo di 240 mila euro, cinque palermitani arrestati oggi dalla polizia a Verbania. Due sono residenti alla Zisa, altri due nella zona Oreto e uno all'arenella.

I colpi, nel Verbano, il 24 febbraio e il 30 marzo 2012, rispettivamente alla Banca popolare di Novara di Piedimulera e alla Banca Popolare di Intra di Pieve Vergonte. Le misure cautelari sono state disposte dal Gip del tribunale di Verbania. Alle indagini ha collaborato la squadra mobile di Palermo.

Praticamente identiche le modalità dei due assalti: a far da apripista erano gli unici due incensurati del gruppo che agivano a volto scoperto. Il gruppo è stato inchiodato dalle immagini delle telecamere a circuito chiuso delle banche rapinate e dalle meticolosissime analisi dei tabulati telefonici degli apparecchi cellulari in uso ai componenti della banda. Prima, durante e dopo la commissione delle rapine, è emerso che i telefoni non avessero effettuato o ricevuto chiamate. Lo studio delle celle telefoniche "agganciate" dai telefonini dei complici ha poi consentito di ricostruire viaggi, tragitti e direzioni intraprese dai malviventi partiti da Palermo e, quasi certamente, coadiuvati da importanti basisti in zona. (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapine in banca a Verbania, arrestati cinque palermitani

PalermoToday è in caricamento