Cronaca Resuttana-San Lorenzo

"Zitta picchì n'esciu u cuteddu", donna rapinata in ascensore: un arresto

In manette un 29enne. I carabinieri lo hanno rintracciato grazie alla descrizione fornita dalla vittima e dall'analisi del telefono cellulare sottratto alla donna

foto archivio

Ha aggredito con calci e pugni un'anziana, che si trovava nell'ascensore di casa, e l'ha rapinata. I carabinieri hanno però incrociato la descrizione fornita dalla vittima e i dati ottenuti dall'analisi del telefono che le era stato rubato, così un 29enne è stato arrestato.

L'episodio risale al 18 giugno 2016 ed è accaduto nella zona di via Resuttana. La donna, 63 anni, si trovava nell'atrio condominiale. È stata picchiata da un giovane che, dopo averle strappato la borsa con il cellulare, le ha detto con forte accento dialettale: "Sta zitta picchì n'esciu u' cuteddu (Stai zitta perché prendo il coltello, ndr)".

La donna ha quindi allertato i carabinieri, che hanno rintracciato e arrestato Roberto Vizzini. Adesso si trova al carcere Pagliarelli e deve rispondere di rapina aggravata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Zitta picchì n'esciu u cuteddu", donna rapinata in ascensore: un arresto

PalermoToday è in caricamento