Sesso con minori, chiesti sei anni di carcere per don Aldo Nuvola

E' la proposta del pm avanzata al gup per gli atti sessuali intrattenuti con alcuni minori dall'ex sacerdote. Una sentenza della Suprema corte ha scongiurato il reato di induzione alla prostituzione. Disposto per lui l'obbligo di dimora

Aldo Nuvoola, ex sacerdote del Regina Pacis

Sesso con minori, chiesta una condanna di sei anni per don Aldo Nuvola. E' questa la proposta del pm Claudio Camilleri avanzata durante la requisitoria tenutasi davanti al gup Riccardo Ricciardi nei confronti dell'ex sacerdote finito in manette nel luglio 2013 per avere "abusato di un minorenne". Proseguendo con le indagini, gli investigatori avrebbero individuato cinque ragazzi con i quali il prete avrebbe avuto rapporti a pagamento o comunque avrebbe cercato di averli. Per l'ex sacerdote, su richiesta della difesa, è stato disposto l'obbligo di dimora. Il processo è stato rinviato al prossimo 26 maggio.

LEGGI ANCHE - INTERCETTAZIONI SHOCK: "VUOLE MILLE EURO?"

Le relazioni fra Nuvola ed i giovani vennero fuori nel corso di un'indagine relativa all'omicidio dell'imprenditore Massimo Pandolfo. In quell'occasione i carabinieri intercettarono una telefonata tra il prete ed il diciassettenne arrestato per il delitto. Quest'ultimo, infatti, avrebbe chiamato il sacerdote pochi minuti dopo l'assassinio. Nel proseguo delle indagini è emerso il giro di prostituzione, grazie al quale Nuvola si sarebbe assicurato - come specificato nella requisitoria del pm - favori sessuali in cambio di soldi per le sigarette o per la spesa. Per questa ragione l'ex sacerdote è stato già condannato dalla Corte d'appello ad un anno di reclusione per atti sessuali a pagamento con un altro minore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per la scabrosa vicenda che ha investito l'ex prete, sospeso a divinis dalla Curia dopo il fermo, un recente pronunciamento delle sezioni unite della Suprema corte ha sciolto un nodo giurisprudenziale relativo al reato di induzione alla prostituzione: "Promettere denaro o altra utilità per convincere un minore ad intrattenere rapporti sessuali con il soggetto agente non integra l'induzione alla prostituzione minorile". E proprio sulla base di questa sentenza la difesa dell'imputato ha chiesto la scarcerazione, stabilendo l'obbligo di dimora per don Aldo Nuvola dalle 19 alle 9 del mattino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Coronavirus, in Sicilia morti altri tre anziani: 75 i nuovi contagi, più della metà a Palermo

  • Abbattuto il pilastro del cancello di Villa Igiea: assessore chiama i carabinieri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento