Cronaca

Sesso a pagamento con minori, don Nuvola condannato a un anno

I giudici della corte d'appello hanno riqualificato il reato. Inizialmente era stata contestata l'induzione alla prostituzione minorile. Il prete fu arrestato a seguito delle indagini sulla morte di Massimo Pandolfo. In primo grado aveva avuto un anno e sei mesi

Don Aldo Nuvola

Un anno di reclusione per padre Aldo Nuvola per atti sessuali a pagamento con un minore. I giudici della corte d'appello di Palermo hanno riqualificato il reato. Nuvola in primo grado aveva avuto un anno e sei mesi. Inizialmente era stata contestata l'induzione alla prostituzione minorile.

Il sacerdote era stato arrestato a seguito delle indagini condotte dai carabinieri sulla morte di Massimo Pandolfo, imprenditore ucciso a coltellate ad Acqua dei Corsari. A luglio dello scorso anno era finito in manette con l'accusa di induzione alla prostituzione e atti sessuali con minori. Il prete della chiesa Regina Pacis al momento è sospeso "a divinis".

Nuvola, alla notizia della sospensione arrivata dopo il suo arresto e di fronte alla consapevolezza di non poter più celebrare messa e confessare i fedeli, cercò subito il perdono. E dopo essersi "sistemato" in isolamento si era definito "disperato e pentito" dalla sua cella dell'Ucciardone. "Ho bisogno di aiuto, sono malato ed ho peccato contro la chiesa", disse il sacerdote. Davanti ai pm però precisò: "Non credevo che quei ragazzi fossero minorenni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso a pagamento con minori, don Nuvola condannato a un anno

PalermoToday è in caricamento