Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Occupazioni e violenze: chiesto il rinvio a giudizio per 8 operai Gesip

Sono ritenuti i rappresentanti della frangia più dura dei manifestanti che, con la violenza, avrebbe turbato le trattative per il rinnovo contrattuale. I fatti risalgono al 2011

foto archivio

La Procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio di otto operai della Gesip, società del Comune di Palermo, accusati di resistenza a pubblico ufficiale, associazione a delinquere, violenza o minaccia a corpo amministrativo, interruzione di pubblico servizio, istigazione alla disobbedienza delle leggi, invasione arbitraria di terreni. I fatti risalgono ad aprile 2011.

Rischiano il processo Giacomo Giaconia, Salvatore Spatola, Francesco Madonia, Giuseppe Sanseverino, Maurizio Giannotta, Matteo Fricano, Calogero Santomauro e Umberto Catanzaro.

L'inchiesta è stata condotta dal pm Geri Ferrara. Tre operai (che poi furono arrestati) sarebbero stati i rappresentanti della frangia più dura dei manifestanti che, con la violenza avrebbe turbato le trattative e le relazioni industriali tra le parti sociali in causa.

IL VIDEO DEI DISORDINI

Il pm contesta agli imputati blocchi stradali con conseguente interruzione del traffico, violente occupazioni di uffici comunali e della sede stessa della Gesip, blocco del transito dei treni. Tutte azioni messe in atto per ottenere il rinnovo dei contratti dei dipendenti della società.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazioni e violenze: chiesto il rinvio a giudizio per 8 operai Gesip

PalermoToday è in caricamento