Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Cinisi

L'omicidio di Paolo La Rosa, chieste due condanne per la rissa davanti alla discoteca

La Procura ha invocato una pena di 3 anni ciascuno per Filippo Mulè e Rosario Namio, che vengono processati con l'abbreviato. Il giovane che accoltellò la vittima, Alberto Pietro Mulè, è stato invece già rinviato a giudizio ed è l'unico che risponde del delitto avvenuto a Terrasini

Tre anni. E' questa la richiesta di condanna al gup Piergiorgio Morosini del procuratore aggiunto Ennio Petrigni e del sostituto Daniele Sansone per Filippo Mulè e Rosario Namio, accusati di aver provocato la rissa che determinò l'accoltellamento di Paolo La Rosa da parte di un terzo imputato, Alberto Pietro Mulè (che sarà processato invece dalla Corte d'Assise).

L'uccisione del giovane avvenne la notte del 24 febbraio scorso, davanti al "Millenium" di Terrasini. Oggi pomeriggio, oltre alla requisitoria dei pm, si è tenuta anche la discussione delle parti civili, cioè i parenti della vittima e i Comuni di Cinisi e Terrasini, difesi dagli avvocati Toni Palazzotto, Salvatore e Michele Palazzolo. La Procura ha anche deciso di mostrare al giudice le terribili immagini riprese la sera dell'omicidio davanti al locale. Un video che ritrae tutta l'evoluzione della lite, nata proprio all'interno del "Millenium", per un battibecco con un buttafuori.

Il processo, che si sta svolgendo con il rito abbreviato, è stato rinviato a gennaio.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Paolo La Rosa, chieste due condanne per la rissa davanti alla discoteca

PalermoToday è in caricamento