Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Multe con vizio di notifica, l'Unione consumatori: "Decine di ricorsi vinti"

Sono 35 mila le cartelle esattoriali a rischio. Il presidente Arnone: "Il Giudice di Pace ha annullato la cartella di pagamento e condannato il Comune alla soccombenza nelle spese di lite. Chi ancora non ha pagato ci contatti"

L'Unione consumatori ha vinto decine di ricorsi presentati contro il Comune di Palermo e la Serit per impugnare le cartelle di pagamento di multe, emesse tra il 2011 e il 2015, secondo l'associazione "viziate perché notificate da un centro postale privato, il consorzio Olimpo". A darne notizia è il presidente Manlio Arnone: "Lo scorso 6 giugno il Giudice di Pace aveva emesso il primo dispositivo di sentenza su alcune delle 35 mila multe con vizio di notifica che riguardavano il Comune di Palermo, a poche settimane dalla sentenza sono decine i ricorsi individuali e collettivi presentati e vinti dall’Unione dei Consumatori".

Il Giudice di Pace ha annullato integralmente la cartella di pagamento e condannato il Comune alla soccombenza nelle spese di lite, che avranno un costo non indifferente per le casse pubbliche. "Chi ancora non ha pagato – conclude Arnone - o dovesse ricevere in questi giorni la cartella esattoriale può contattarci per presentare ricorso”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Multe con vizio di notifica, l'Unione consumatori: "Decine di ricorsi vinti"

PalermoToday è in caricamento