Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Tribunali-Castellammare / Piazza della Kalsa

Mafia, inflitte pene per 60 anni: condannato “Ginu U Mitra”

Colpiti 6 tra boss ed estorsori del mandamento di Palermo centro. 21 anni per il capo della Kalsa. Gli imputati dovranno risarcire le associazioni di categoria e le associazioni antiracket con 8 mila euro ciascuna

Luigi Abbate, detto "Ginu U Mitra"

Pene per oltre 60 anni di carcere sono state inflitte, complessivamente, a 6 tra boss ed estorsori del mandamento mafioso di Palermo centro. Secondo quanto si legge sul sito web Ansa.it, la pena più alta, 21 anni, è stata comminata al capomafia del quartiere Kalsa Luigi Abbate, detto “Gino U Mitra”, a 9 anni e 8 mesi sono stati condannati Ivano Parrino e Vincenzo Vullo a 10 Salvatore Ingrassia, a 7 anni e 6 mesi Valerio Mendola e a 5 Serafino Dolce.

La sentenza è stata emessa dai giudici della terza sezione del tribunale che hanno condannato gli imputati a risarcire le associazioni di categoria e le associazioni antiracket, che si erano costituite parte civile, con 8 mila euro ciascuna. Stesso risarcimento per la società Fratelli La Bufala. A uno dei titolari della ditta, Carlo Russo e all'imprenditore edile Francesco Morgante, che hanno denunciato il racket delle estorsioni, previsti 15 mila euro ciascuno di risarcimento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, inflitte pene per 60 anni: condannato “Ginu U Mitra”

PalermoToday è in caricamento