Sabato, 20 Luglio 2024
Cronaca Terrasini

In canoa senza barriere, due fratelli tetraplegici solcano il mare con Ciccio Kayak

Il "nemico dei rifiuti" numero 1 è riuscito a portare nelle acque di Cinisi Alessio e Gianluca, di 24 e 34 anni. Anche in quell’occasione non ha potuto fare a meno di riportare in spiaggia pezzi plastica e altro trovato a mare

Da anni va in giro con il suo kayak raccogliendo rifiuti in mare, ma questa volta si è spinto oltre con la sua campagna ambientalista, riuscendo a portare in acqua Alessio e Gianluca Pellegrino, due fratelli di 24 e 34 anni ed entrambi affetti da tetraparesi. Prosegue la missione di cui è da ormai tempo protagonista Ciccio Kayak che, aiutato da amici e volontari, è riuscito nell’impresa di portarli in giro - tra le scogliere per mostrare le bellezze naturali di Cinisi e l’inciviltà dell’uomo - grazie all’iniziativa “In kayak senza barriere”.

I fratelli Pellegrino in mare con Ciccio Kayak

Dopo la fase preparatoria si è atteso che le condizioni meteo fossero tali da consentire ai due fratelli, con giubbotto di sicurezza, di salire a bordo della canoa e lasciarsi trasportare delle onde del mare e dalle braccia di Ciccio Kayak. L’iniziativa di qualche giorno fa arriva a poche settimane dall’appuntamento con "Tutti i bimbi in kayak" e "Pulire il mare in kayak". L’obiettivo principale, infatti, è insegnare a tutti la cultura del rispetto verso l’ambiente, impegnandosi per rendere il mare un posto migliore, difendendolo dai continui attacchi che l’uomo - con i suoi oli esausti e la sua plastica - assesta quotidianamente a "Madre natura".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In canoa senza barriere, due fratelli tetraplegici solcano il mare con Ciccio Kayak
PalermoToday è in caricamento