rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca

L'uomo della bomba al Penny market non parla davanti al gip: prosegue la caccia al suo complice

Il giudice ha disposto la misura cautelare in carcere per Fabio Fresilli, il 48enne arrestato dai carabinieri dopo il tentato colpo nel supermercato di via Sciuti: durante l’interrogatorio si è avvalso della facoltà di non rispondere

Il gip ha disposto la misura cautelare in carcere per Fabio Fresilli, 48 anni, l’uomo arrestato dai carabinieri dopo il colpo al Penny Market, quando un commando è entrato in azione per portare via la cassaforte del supermercato di via Sciuti.

Fresilli, originario di Marino, comune della città metropolitana di Roma, ma residente a Pomezia, durante l’interrogatorio davanti al gip, accompagnato dall’avvocato Fausta Catalano, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il legale avanzerà nei prossimi giorni ricorso al Tribunale del riesame contro il provvedimento di custodia cautelare. 

I fatti risalgono alla mattina del 27 dicembre quando due persone hanno fatto esplodere delle bombole di gas nel supermercato di via Sciuti. Un enorme boato ha svegliato i residenti del palazzo nel cuore della notte e hanno dato l’allarme. Quando i carabinieri sono arrivati sul posto Fresilli e un altro uomo stavano già fuggendo al volante di una Fiat 500. E' scattato l’inseguimento per le strade della città. L’uomo è stato bloccato dopo un incidente in viale Lazio. E’ caccia al complice.  A bordo della loro macchina c’era ancora il bottino, ovvero circa 18 mila euro in contanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo della bomba al Penny market non parla davanti al gip: prosegue la caccia al suo complice

PalermoToday è in caricamento