Ficarazzi, istituto comprensivo intitolato a Rosario Livatino

Il giudice venne ucciso il 21 settembre del 1990 sulla statale 640 da quattro sicari assoldati dalla Stidda agrigentina. La presidente regionale dell’Ucim (Unione cattolica italiana insegnanti), Chiara Di Prima: "Un faro per ogni professionista impegnato nel servizio alla persona"

L'istituto comprensivo di Ficarazzi adesso porta il nome del giudice Rosario Livatino, ucciso il 21 settembre del 1990 sulla statale 640 da quattro sicari assoldati dalla Stidda agrigentina. Presenti, tra gli altri, il dirigente scolastico Mario Veca, il sindaco di Ficarazzi, Paolo Martorana, l'assessore regionale all'Istruzione Roberto Lagalla, gli arcivescovi di Palermo e Monreale, Corrado Lorefice e Michele Pennisi.

L'intitolazione è stata curata in collaborazione con la presidente regionale dell’Ucim (Unione cattolica italiana insegnanti), la dirigente scolastica Chiara Di Prima. "La vita del giudice Livatino dalla quotidianità all’estremo sacrificio di sè - spiega - è una testimonianza straordinaria di sintesi tra le sue personali virtù e l’etica professionale che, in continuo dialogo tra loro, trovano nell’indiscusso esempio di rettitudine e incorruttibilità il loro coronamento. Tale testimonianza è stata e vuole continuare a essere un faro per ogni professionista impegnato nel servizio alla persona, una via maestra perché ciascuno possa tracciare solchi significativi e profondi, che consentano ai piccoli buoni semi, di cui facciamo dono alle nuove generazioni, di trovare terreno fertile per germogliare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 4 zone rosse a Palermo: Musumeci "chiude" i centri di Biagio Conte

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

  • La denuncia: "Un positivo è uscito dalla Missione di Biagio Conte e ha attraversato tutta Palermo"

  • Ragazzo scomparso da 11 giorni, l'angoscia della famiglia: "E' uscito a piedi e non è più rientrato"

  • Corso Calatafimi, si sente male mentre passeggia in strada: morto un uomo

  • "Gestiva il pizzo a Ballarò", arrestato dopo due mesi di latitanza Alfredo Geraci

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento