Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Farmaci antitumorali non disponibili in Sicilia? L'assessore Razza: "E' una balla colossale"

Per l'esponente della Giunta Musumeci, l'Ibrance - farmaco per le donne colpite da cancro al seno - è presente sia al Policlinico sia a Villa Sofia. "Ho la sensazione che si voglia fare una speculazione bassa e volgare, se questo avviene sulla pelle dei pazienti è una vergogna senza fine"

L'assessore regionale alla Salute Ruggero Razza

"Il fatto che la Regione non abbia soldi per i farmaci antitumorali e che questi non siano negli ospedali è una balla colossale". L’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, ha commentato così la notizia sui presunti ritardi burocratici che avrebbero reso impossibile la somministrazione in Sicilia di un farmaco antitumorale - l'Ibrance - per donne colpite da cancro al seno. Sul caso è montata la polemica dopo gli interventi del gruppo parlamentare del M5S e del deputato regionale del movimento "CentoPassi" Claudio Fava.

"Qualcuno vuole utilizzare i pazienti come scudo per interessi - ha sottolineato Razza - ho la sensazione che si voglia fare una speculazione bassa e volgare, se questo avviene sulla pelle dei pazienti è una vergogna senza fine. Ho letto di un farmaco che non sarebbe disponibile e invece è presente sia al Policlinico di Palermo, sia a Villa Sofia e al Garibaldi di Catania".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Farmaci antitumorali non disponibili in Sicilia? L'assessore Razza: "E' una balla colossale"

PalermoToday è in caricamento