Virus, "fase 2" con mobilità dolce: corsie straordinarie per incentivare l'uso delle biciclette

E' questa una delle misure che il Comune vorrebbe adottare per evitare che col distanziamento sociale aumenti l'inquinamento da traffico. Verso un piano d'azione con associazioni ambientaliste. Zanna: "Servono scelte coraggiose e innovative". Orlando: "Tutela salute è priorità"

Incentivare l'uso delle biciclette attraverso "corsie di mobilità straordinarie", ampliare le Zone a traffico limitate e le aree pedonali, limitare gli spostamenti in auto. Sono alcune delle misure che il Comune vorrebbe prendere per evitare che, nella fase 2 del Coronavirus, aumenti ulteriormente l’inquinamento da traffico.

L'amministrazione ne ha discusso oggi in video conferenza con Legambiente. Un confronto servito a mettere a punto una strategia integrata di mobilità. Il distanziamento sociale infatti rischia di avere come effetto l’abbandono dei mezzi di trasporto pubblico, ragion per cui è emersa la necessità di puntare sulla mobilità dolce. "Stiamo lavorando per costruire tutte le condizioni affinché venga favorito e sostenuto l'uso delle biciclette - ha sottolineato Gianfranco Zanna, presidente regionale di Legambiente - partendo dalla realizzazione di 'corsie di mobilità straordinarie', per permettere ad un numero sempre più grande di palermitani di usare le due ruote in sicurezza. Solo con scelte coraggiose e innovative possiamo far cambiare ai palermitani stili di vita ormai anacronistici e inquinanti, che l'emergenza virus che stiamo vivendo ha, per fortuna, messo in discussione".

Nelle prossime settimane sarà definita una piattaforma che servirà per aprire il confronto pubblico con le realtà cittadine che si occupano, a vario titolo, di ambiente e mobilità al fine di predisporre un piano d'azione che servirà ad affrontare la nuova fase che avrà un momento decisivo in occasione della riapertura delle scuole. "La necessità di tutelare la salute sarà ancora di più la priorità della nostra attività amministrativa - ha detto il sindaco Leoluca Orlando - e per questa ragione il piano d’azione sull’ambiente e la mobilità sarà uno strumento necessario per il governo della città".

"Il virus si è confermato una sorta di esternalità negativa dell’inquinamento - ha concluso Giusto Catania, assessore all’ambiente e alla mobilità - anche gli investimenti infrastrutturali, in primis il tram, saranno decisivi per migliorare la qualità degli spostamenti e contemporaneamente serviranno a rilanciare l’economia cittadina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trabia, matrimonio da incubo: sposa investita dalle fiamme durante il flambè di benvenuto

  • Tragico incidente in via Roma, scontro auto-moto: un morto

  • Chiudono il negozio mentre sono in camerino, mamma e figlia bloccate per 2 ore da Ovs

  • Viale Regione, rapinatori armati di coltello assaltano il Lidl: scatta il fuggi fuggi

  • Coronavirus, 61 i nuovi casi in Sicilia: a Palermo un'altra vittima e un neonato contagiato

  • Coronavirus, è record di nuovi contagi in Sicilia (+179): arrivano i primi tamponi rapidi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PalermoToday è in caricamento