menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo il furto, ripristinata l'area pedonale a Torre Pozzillo: "E' guerra aperta"

L'amministrazione comunale di Cinisi ha bloccato un'altra volta l'accesso dei veicoli nel piazzale: al posto dei paletti e della catena che sono stati rubati, gli operai hanno collocato dei grossi e pesanti massi

Poco più di ventiquattro ore dopo il furto dei paletti e della catena che bloccavano l'accesso ai veicoli diretti nel piazzale davanti alla Torre Pozzillo, a Cinisi, l'amministrazione comunale corre ai ripari e chiude un'altra volta l'area.

Questa mattina l'assessore al Turismo Salvo Biundo, come promesso, ha mandato sul posto una squadra di operai per dare una risposta a chi nella notte tra sabato e domenica scorsa ha pensato bene di smontare tutto per permettere ad auto e moto di parcheggiare a pochi passi dalla spiaggia. Una gru è entrata in azione e alcuni grossi massi sono stati collocati alla fine della strada asfaltata per ripristinare l'area pedonale, istituita dall'amministrazione con un apposita ordinanza solo una decina di giorni fa.

"Non ci arrendiamo, non l'avranno vinta - commenta Biundo -, è guerra aperta". L'accaduto ha toccato molto i residenti di quel tratto di litarale, al confine con il Comune di Carini, che sui social hanno espresso la loro posizione.

"Riqualificare un luogo richiede tempo e pazienza - commenta il Comitato Salviamo la Torre del Pozzillo - e serve la collaborazione tra cittadini e amministrazione. C'é tanto da fare, ma se ci crediamo e non ci abbattiamo ai primi ostacoli possiamo riuscire a salvaguardare il patrimonio storico, culturale e paesaggistico di questo sito".

operai a Torre pozzillo-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento