Venerdì, 30 Luglio 2021
La scuola
Cronaca

Preside insultato per la festa dell'accoglienza, Cgil e Flc: "Preoccupati per gli attacchi"

Il sindacato esprime solidarietà e vicinanza a Riccardo Ganazzoli e a tutti i lavoratori dell'istituto Antonio Ugò: "La scuola importante argine. L'accoglienza è un dovere di civiltà”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

La Cgil Palermo e la Flc Cgil Palermo esprimono piena solidarietà e vicinanza al dirigente scolastico Riccardo Ganazzoli e a tutti i lavoratori della “Antonio Ugo” di Palermo, la scuola al centro di pesanti attacchi sui media per “la festa dell'accoglienza” durante la quale alcuni giovani richiedenti asilo, ospiti di un centro, hanno raccontato la loro esperienza davanti agli studenti. “Offesi per avere svolto il ruolo di educatori. La Antonio Ugo – dichiarano Calogero Guzzetta, segretario Cgil Palermo e Franca Giannola, segretario generale Flc Cgil Palermo - ha manifestato di essere una scuola fondata sui valori della Costituzione. Resteremo al loro fianco e a quello di tutte le altre istituzioni scolastiche,   per proteggere attraverso i semi della conoscenza la comunità scolastica  dal clima di intolleranza e di odio e da qualsiasi forma di razzismo. L'accoglienza è un dovere di civiltà e la scuola rappresenta l'istituzione principale a presidio dei valori del vivere civile, dell'inclusione e della libera partecipazione democratica”. La Cgil e la Flc danno pieno sostegno a tutta  scuola palermitana  impegnata in un importante  percorso formativo  e di partecipazione e lanciano un appello alla società civile.  “Esprimiamo  forte preoccupazione per il ripetersi di atti intolleranza nei confronti dei migranti,  che non risparmiamo più nemmeno i minori, che tutti dovremmo sentirci in dovere di tutelare –  aggiungono Guzzetta e Giannola -  Chiamiamo tutte le forze politiche, sindacali, il  mondo dell'associazionismo e la società civile a vigilare e mantenere alta l'attenzione e l'indignazione e a mobilitarsi per contrastare questi fenomeni che non fanno parte della cultura di una città che ha sempre fatto dell'accoglienza il suo punto distintivo e di forza”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preside insultato per la festa dell'accoglienza, Cgil e Flc: "Preoccupati per gli attacchi"

PalermoToday è in caricamento