rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Cronaca

Disastro aereo a Punta Raisi, in ricordo delle 108 vittime piantato un albero nel Parco Uditore

La tragedia, avvenuta il 23 dicembre del 1978, fu attribuita a un errore dei piloti nell'eseguire le procedure per l'atterraggio notturno. Per non dimenticare quanto accaduto, 43 anni dopo in città compare il primo simbolo. Per l'occasione arriva anche Don Ciotti

Piantato un albero nel Parco Uditore in ricordo delle 108 vittime del disastro aereo avvenuto a Punta Raisi 43 anni fa. Il 23 dicembre del 1978, alle 00.38, un DC-9 dell'Alitalia proveniente da Roma, impattò sul mar Tirreno a circa 3 chilometri a Nord dell'aeroporto. La tragedia fu attribuita a un errore dei piloti nell'eseguire le procedure per l'atterraggio notturno. Morirono utti i cinque membri dell'equipaggio ma 21 persone a bordo si salvarono.

"Inspiegabilmente da allora questo - dichiara la consigliera comunale del Pd Milena Gentile, invitata alla commemorazione dai parenti delle vittime – è il primo segno simbolico presente in città per ricordare una strage dimenticata dalla storia, dallo Stato e dai palermitani, in tanti rimasti uccisi quel giorno. È paradossale che il nostro Paese, che più di ogni altro ci ha abituati all'arte e alla bellezza, sia anche uno dei posti al mondo che ha più misteri e verità nascoste. L'albero di canfora, il primo a rinascere dopo Hiroshima, oltre ad avere una forte valenza simbolica di rinnovamento, invita tutti e tutte noi a non dimenticare, a opporci con forza alla negazione della memoria e ci impegna a pretendere sempre la verità".

In occasione della piantumazione a Palermo è arrivato anche Don Ciotti, fondatore dell'Associazione Libera. Presenti anche l'associazione Parenti delle Vittime della Strage di Punta Raisi, presieduta da Cristina Scuderi, e la Cooperativa Parco Uditore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disastro aereo a Punta Raisi, in ricordo delle 108 vittime piantato un albero nel Parco Uditore

PalermoToday è in caricamento