menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cantiere via Amari, operai fermi - foto Francesco Raffa

Cantiere via Amari, operai fermi - foto Francesco Raffa

Anello, cantieri sempre più Amari: "Operai fermi per un errore di valutazione sul dissequestro"

Caos Tecnis, i lavoratori attendono le spettanze di gennaio e febbraio del 2016, sospesi per motivi procedurali legati all’azienda e quelli di febbraio e marzo 2017: "Adesso si attende l’intervento di Equitalia"

I lavoratori del cantiere dell’anello ferroviario di Palermo hanno incrociato ancora le braccia, in attesa che si sblocchi la vertenza relativa agli stipendi arretrati. Lo rendono noto Ignazio Baudo (Feneal Uil), Antonino Cirivello (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil) che ieri a Catania, hanno incontrato il commissario liquidatore uscente Saverio Ruperto e i delegati della Tecnis.

“Per un errore di valutazione sull’iter del dissequestro – dichiarano Baudo, Cirivello e Piastra – Riscossione Sicilia ha sospeso i mandati di pagamento con cui sarebbero stati liquidati gli stipendi dei lavoratori. Adesso si attende l’intervento di Equitalia che nel più breve tempo possibile, dovrebbe superare l’impasse e dare il via libera ai mandati”.

Gli operai attendono le spettanze di gennaio e febbraio del 2016, sospesi per motivi procedurali legati all’azienda e quelli di febbraio e marzo 2017. “Confidiamo – continuano Baudo, Cirivello e Piastra – che come si ipotizza, entro qualche giorno si riesca a sbloccare almeno il pagamento dello stipendio del mese scorso”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento