Cronaca Via San Nicolò All'Albergheria

Albergheria, carabinieri piombano in casa per un controllo e si lancia dal balcone

Ferito un senegalese di 42 anni: a causa della caduta ha riportato alcune fratture e altre lesioni, rendendo necessario il trasferimento al pronto soccorso del Civico. I militari stavano effettuando indagini su un giro di ricettazione

Appena ha visto i carabinieri entrare nel suo palazzo e subito dopo suonare al campanello di casa sua, ha provato a scappare attraverso l’unica uscita a sua disposizione: un balcone. È accaduto stamattina in via San Nicolò all’Albergheria, dove il personale sanitario del 118 ha soccorso un senegalese di 42 anni.

Sembrerebbe che i militari del Nucleo radiomobile dei carabinieri stessero per fare irruzione in casa dell’uomo per alcune indagini su un giro di ricettazione. Il senegalese si trovava in compagnia del padre e del fratello quando si è affacciato, si è messo a cavalcioni sulla ringhiera in metallo del balcone al secondo piano e si è lanciato nel vuoto.

A causa della caduta l’uomo ha riportato alcune fratture e altre lesioni, rendendo necessario il trasferimento al pronto soccorso del Civico. Dopo le prime cure il 42enne è stato trasferito nel reparto di Rianimazione, ma le sue condizioni non sarebbero gravi. Sono in corso ulteriori accertamenti sul senegalese che, secondo fonti investigative, sarebbe uno dei tanti ambulanti che vendono merce rubata nel mercato storico di Ballaró. Proprio una settimana fa - sempre nella zona di Ballarò - una donna nigeriana di 32 anni si era lanciata dal balcone per sfuggire al suo aguzzino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albergheria, carabinieri piombano in casa per un controllo e si lancia dal balcone

PalermoToday è in caricamento