menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stadio Renzo Barbera

Lo stadio Renzo Barbera

Palermo a rischio fallimento, 120 milioni di debiti: aperta un'inchiesta

Dopo gli esposti di alcuni creditori la finanza ha iniziato ad acquisire gli atti contabili da trasmettere in Procura. I magistrati hanno aperto un fascicolo per chiarire la fondatezza delle accuse. Sullo sfondo il closing sempre più in salita

L’ombra del fallimento aleggia sul Palermo. La guardia di finanza e la procura palermitana stanno indagando su una presunta voragine da 120 milioni di euro segnalata da una serie di denunce ed esposti che sarebbero arrivati da alcuni creditori insoddisfatti. Gli investigatori, al momento, non si sbilanciano, quantomeno fino a quando non avranno un quadro chiaro grazie all’analisi dei documenti contabili ed eventualmente all’audizione di soggetti informati sui fatti che potrebbero dare spiegazioni sui conti della società rosanero.

Mentre la guardia di finanza sta cercando di acquisire le carte necessarie, i sostituti procuratori Francesca Dessì e Andrea Fusco stanno ricomponendo le varie tessere del puzzle per stabilire - riporta il Giornale di Sicilia - se le accuse mosse nei confronti della società siano fondate o meno. La stessa Procura infatti, che potrebbe chiedere d’ufficio il fallimento del Palermo, si muove con grande cautela per non creare inutili allarmismi. Al vaglio ci sarebbero tutte le operazioni che, al 30 giugno 2016, porterebbero a calcolare un buco da 102 milioni, aumentato in altri dodici mesi di circa 18 milioni.

Sullo sfondo l’operazione del closing tra l’ex patron Maurizio Zamparini e il nuovo presidente Paul Baccaglini appare sempre più in salita. I due non avrebbero ancora trovato un accordo sulla cifra da versare per l’acquisto del pacchetto azionario del Palermo. Le divergenze riguardano proprio la cifra che l’ex Iena, con il suo fondo Integritas Capital, sarebbe disposta a pagare in considerazione del patrimonio societario svalutato, della partecipazione al campionato di Serie B e della situazione debitoria, oggi più incerta che mai.

LA REPLICA - "Non esiste alcuna istanza di fallimento della società Palermo Calcio presentata dalla Procura. Non esiste alcuna esposizione debitoria della società per 120 milioni e a oggi non è stata eseguita alcuna attività di acquisizione di documenti o altro da parte della Finanza". Lo dice Enrico Sanseverino, avvocato della società Palermo Calcio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento