menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Quartararo, in arte Spika

Francesco Quartararo, in arte Spika

Stella promessa del rap a 18 anni: Spika prova a conquistare la vetta con "Niente da perdere"

Il singolo d'esordio "Ba..Ba..baciami piccina" ha scalato la classifica Itunes raggiungendo la terza posizione nella hit nazionale dei brani più scaricati, ora la giovane promessa proverà a sbaragliare i concorrenti del Festival di Caltanissetta con il nuovo inedito

Francesco Quartararo, in arte Spika, ci riprova. Dopo aver scalato la classifica Itunes conquistando la terza posizione nella hit nazionale dei brani più scaricati con il singolo "Ba..Ba..baciami piccina", il rapper palermitano è in semifinale nella 26° edizione del Festival di Caltanissetta con l'inedito “Niente da perdere”.

I testi di Spika raccontano i drammi di una gioventù che non si arrende e continua a credere in un mondo migliore. “Fidati non hai niente da perdere, qualcuno ti sentirà, che il tempo qui non lo sa spendere ma sa che forse gli servirà. E’ mio fratello una vita per lavorare, manovale fino a quando non la puoi più manovrare questa voglia di rivincita… vuoi dimostrare qualcosa dimostra a te stesso che lo puoi fare, l’affare, non fare affari con chi vuole bluffare”. Recita così l’inedito “Niente da perdere”, testi di Spika e musiche di Daniele Curaci, con il quale il rapper gareggerà al Festival. Un invito a tutti i giovani, come lui, a non arrendersi mai e a crederci sempre, perché tutto può cambiare e a tutto si può arrivare. 

Il festival nisseno, che si terrà giorno 28 aprile al teatro Margherita, promuove i talenti siciliani nell’ambito della musica italiana, ed è stato per molti un vero e proprio trampolino di lancio. Molti, come Zenima, Massimo Arizzi e altri sono partiti da qui. Adesso a provarci è il giovane diciassettenne che ai palcoscenici in realtà, nonostante la sua giovane età, è già avvezzo. 

Con il suo primo singolo “Ba..ba..baciami piccina”, ispirato al brano del 1953 del Quartetto Cetra, rivisitato in chiave rap con gli arrangiamenti di Aniello Misto e il mixaggio di Franco Gennaro, e il suo primo album “AutoRapsia”, il giovane rapper si è fatto conoscere ed amare dal pubblico. Con un concerto sold out al teatro Golden lo scorso 10 dicembre, è stato consacrato la promessa del rapper italiano. L’obiettivo ora è vincere il Festival di Caltanissetta e arrivare dritto a Castrocaro, in virtù del gemellaggio che i due Festival hanno stretto tra loro. Adesso la parola passa alla giuria di esperti che valuterà i cantanti in gara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento