rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca

Caso Maiorana, "pistola clandestina in casa": arrestato l'ex socio Dario Lopez 

L'imprenditore è stato fermato in flagranza dai carabinieri nel corso di una perquisizione domiciliare scattata nell'ambito dell'inchiesta sulla scomparsa dei due imprenditori palermitani

L'imprenditore Dario Lopez, ex socio dei costruttori palermitani Stefano e Antonio Maiorana, scomparsi da un cantiere a Isola delle Femmine il 3 agosto 2007 e mai più ritrovati, è stato arrestato in flagranza dai carabinieri. E' accusato di detenzione di arma clandestina: i militari durante una perquisizione a casa di Lopez avvenuta ieri hanno trovato una pistola con matricola abrasa e 50 munizioni. La perquisizione è scattata nell'ambito dell'inchiesta sulla scomparsa degli imprenditori, padre e figlio. 

Il caso dei Maiorana, lo scorso marzo tornò alla ribalta. I carabinieri convocacarono una serie di persone che hanno rilasciato le impronte digitali da confrontare con quelle scoperte su un reperto sequestrato nell'ambito dell'inchiesta. Le impronte sono state chieste a uno due indagati accusati di omicidio, l'imprenditore Giuseppe Di Maggio, e a una serie di persone che hanno lavorato nel cantiere edile di Isola delle Femmine. Per l'altro indagato, Francesco Paolo Alamia, costruttore vicinissimo a Vito Ciancimino, pregiudicato e attualmente in detenzione domiciliare, le impronte erano già disponibili, visto che è pregiudicato.

I Maiorana furono visti per l'ultima volta proprio nel cantiere di Isola delle Femmine dove stavano costruendo delle villette. La loro auto, una Smart, venne ritrovata nel parcheggio dell'aeroporto di Punta Raisi, ma dalle indagini emerse che i due non avevano prenotato alcun volo. I corpi non sono mai stati trovati. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Maiorana, "pistola clandestina in casa": arrestato l'ex socio Dario Lopez 

PalermoToday è in caricamento