menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fare sport adesso costa di più: il Comune punta sul rincaro delle tariffe

Arriva la delibera della giunta Orlando, l'indirizzo è chiaro: aumentare le entrate. Un nuovo regolamento per il pagamento delle strutture sportive, dalla piscina al Velodromo, che dopo otto anni potrebbe cambiare radicalmente. Ma adesso serve il sì del Consiglio

Per molti è uno spauracchio. Un incubo. Per tutti è una stangata, che terrorizza società sportive e semplici atleti amatoriali. Arriva la delibera sull'aumento delle tariffe degli impianti comunali. La giunta Orlando studia un nuovo pacchetto di aumenti sui biglietti per l'uso delle strutture comunali. Insomma: fare sport adesso potrebbe costare di più. L’indirizzo è chiaro: aumentare le entrate. Si tratta di una delibera di giunta che deve essere ancora approvata in Consiglio.

Un nuovo regolamento per il pagamento delle strutture sportive, che dopo otto anni potrebbe cambiare radicalmente. In parole povere: se con il pagamento dei biglietti gli introiti del Comune finora ammontavano a 477 mila euro (questa la cifra iscritta in bilancio nel 2012), adesso la posta raddoppia. Una svolta storica, perché il regolamento dal 2004 a oggi non era mai cambiato. Se il Consiglio comunale dovesse deliberare l'aumento, il biglietto d'ingresso della piscina comunale, ad esempio, passerebbe da un minimo di 1,55 euro attuali a un massimo di cinque proposti dalla Giunta. L’aumento del costo aggiuntivo degli spazi, potrebbe suonare come una mazzata per tutte le società sportive palermitane.

Insomma il Comune fa i conti e scopre che le spese di gestione sono troppo alte. Nel 2012 Palazzo delle Aquile ha sborsato 6,7 milioni per amministrare gli impianti. L’entrata alla voce tariffe invece si è fermata a meno di 480 mila euro. Troppo poco per il Comune. Ecco nel dettaglio gli altri aumenti. Per gli atleti tesserati che si allenano allo Stadio delle Palme si passerà da un minimo di 10 euro a un massimo di 15. Mazzata (è il caso di dire) anche per il baseball, che negli ultimi anni ha trovato casa al Velodromo Paolo Borsellino, nel quale convivono anche calcio, rugby e football americano. Per loro la tariffa oraria passa da un minimo di 100 euro a un massimo di 150.  Per la pista di ciclismo, lo sport in teoria “padrone di casa”, incremento da 20 euro a 30. La tariffa per manifestazione cambia da 220 euro a 300. Gli aumenti riguardano anche la pista di pattinaggio scoperta (da 20 euro a 50), le palestre minori o le sale di piccola dimensione, e i campetti all’aperto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento