Raccolgono più di mille ricci di mare, ma vengono sorpresi dai carabinieri: denunciati

A finire nei guai a Favignana sono stati tre palermitani di 40, 31 e 28 anni. Sono stati pizzicati dai militari in un'area marina protetta, nei pressi di Cala Rotonda

L'operazione dei carabinieri

Raccolgono ricci in mare a Favignana e finiscono nei guai. I carabinieri dell'isola trapanese hanno deferito in stato di libertà tre palermitani. E' successo ieri. Nel mirino sono finiti un 40enne (R.P. le iniziali), F.P. (31) e A.B. (28). Sono tutti e tre nati e residenti a Palermo. Sono accusati di aver raccolto ricci in un'area marina protetta.

I carabinieri sono entrati in azione nel corso di un servizio di controllo del territorio: arrivati nei pressi di Cala Rotonda, i militari sono stati attratti da un’auto che era parcheggiata sul ciglio della strada. Poco distanti, ben nascosti in un'insenatura della scogliera c'erano i tre palermitani, che sono stati sorpresi mentre erano intenti a "spaccare" i ricci e conservare le uova dentro dei bicchieri di plastica (i carabinieri ne hanno trovati 39 già pieni). Oltre ai bicchieri i militari hanno sequestrato (e poi rigettati in mare) oltre mille ricci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento