Venerdì, 12 Luglio 2024
Cronaca

Al via la raccolta delle medicine per chi non può curarsi, mobilitate 99 farmacie: "Servono 35 mila confezioni"

I farmaci che verranno donati da domani fino a lunedì 13 febbraio sosterranno 33 enti assistenziali del territorio. Quest’anno particolare attenzione alla Missione "Speranza e carità" fondata da Biagio Conte. "Invitiamo i cittadini di Palermo e provincia ad essere più generosi rispetto al passato". Ecco come fare

Torna anche quest’anno la "Giornata di raccolta del farmaco", giunta alla 23esima edizione e organizzata dal Banco farmaceutico in collaborazione con Federfarma e Federazione Ordini dei farmacisti. A differenza del passato, ci sarà più tempo per donare medicinali da banco in una delle 5.200 farmacie italiane aderenti, con l’obiettivo di raccogliere un milione di confezioni a beneficio di 400 mila bisognosi.

A Palermo e provincia l’iniziativa si svolgerà per una settimana, da domani 7 febbraio fino a lunedì prossimo, 13 febbraio. Sarà possibile donare in 99 farmacie. Inoltre, i volontari del Banco Farmaceutico saranno presenti nelle farmacie sabato 11 e lunedì 13 febbraio.

I farmaci raccolti sosterranno  33 enti assistenziali del territorio che hanno espresso un fabbisogno di 35 mila confezioni di farmaci. Considerato che con cinque giorni in più di raccolta si prevede un incremento rispetto agli anni passati, particolare attenzione sarà data anche alla Missione “Speranza e carità” fondata da Biagio Conte. C’è bisogno soprattutto di analgesici e antipiretici, antiinfiammatori per uso orale, preparati per la tosse, farmaci per dolori articolari e muscolari, antimicrobiotici intestinali e antisettici.

"Aumenta la povertà sanitaria in aggiunta alla carenza di farmaci - spiega Roberto Tobia, presidente di Federfarma Palermo - e tutto ciò aggrava la situazione di chi non ha i mezzi per curarsi. Per questa ragione le farmacie di Palermo e provincia quest’anno intensificano il loro impegno, con più farmacie aderenti e più giorni di raccolta, per cercare di aiutare ancora più bisognosi a curarsi in questo periodo particolarmente freddo dell’anno".

"Invitiamo i cittadini di Palermo e provincia a donare con maggiore generosità ed entusiasmo rispetto al passato - aggiunge Chiara Giuffrè, segretario dell’Ordine dei farmacisti di Palermo - perché è aumentata la domanda da parte degli enti caritatevoli. Le farmacie sono in prima linea per non fare mancare questo fondamentale sostegno".

"I farmaci donati - sottolinea Giacomo Rondello, responsabile territoriale del Banco farmaceutico - sono destinati a chi deve scegliere fra mangiare o curarsi. La povertà è in aumento e dai nostri enti assistenziali arrivano sempre più richieste di aiuto”. E Francesco Russo, medico della Missione Speranza e carità, conclude: "Fra i nostri fratelli assistiti incombono influenza, freddo e mali di stagione c’è bisogno di antipiretici, antinfiammatori, sciroppi per la tosse, paracetamolo, ma anche antibiotici locali per medicare le ferite che presentano spesso coloro che vivono per strada”.

Durante l’edizione del 2022, in Italia sono state raccolte 479.470 confezioni per un valore di 3.819.463 euro. A Palermo e provincia sono state raccolte 8.297 confezioni (pari a un valore di 66.000 euro) che hanno aiutato  parte dei 16.642 ospiti di 31 enti. In Sicilia, nel 2022, sono state raccolte 18.943 confezioni di farmaci in 235 farmacie, pari a un valore di 164.000 euro. I medicinali raccolti hanno contribuito a curare parte delle 37.000  persone aiutate da 88 realtà caritatevoli del territorio regionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la raccolta delle medicine per chi non può curarsi, mobilitate 99 farmacie: "Servono 35 mila confezioni"
PalermoToday è in caricamento