Picchia la madre e distrugge i mobili: giovane finisce in manette

S. C., 21 anni, è stato arrestato dai carabinieri di San Giuseppe Jato e San Cipirello. Era già stato denunciato per episodi analoghi. Per lui disposto l'allontanamento dalla casa familiare

 

Picchia la madre e distrugge i mobili di casa. Ma dopo che uno dei parenti ha chiamato i carabinieri, S. C., 21 anni, è stato arrestato dai militari di San Giuseppe Jato e San Cipirello.
 
S. C., già noto alle forze dell'ordine per vicende legate agli stupefacenti, peraltro si era già reso protagonista di analoghi episodi, per i quali già recentemente i militari di San Giuseppe lo avevano deferito richiedendo all’autorità giudiziaria un provvedimento idoneo a tutela dei suoi familiari. 
Dopo aver trascorso la notte nelle camere di sicurezza di Monreale, convalidato l’arresto, è stato emesso nei suoi confronti un provvedimento cautelare di allontanamento dalla casa familiare e di divieto di avvicinarsi ai luoghi comunque frequentati dai familiari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento