menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da Catania a Petralia Sottana per rubare un fuoristrada: 4 arresti

In manette sono finiti quattro uomini tutti della provincia etnea. I carabinieri hanno ritrovato anche diversi oggetti da effrazione e chiavi utilizzate per portare a termine il furto

Vanno in trasferta, dalla provincia Catania a quella di Palermo, per rubare un fuoristrada ma quando sono sulla via del ritorno vengono scoperti dai carabinieri e arrestati. I militari dell'Arma hanno fatto scattare le manette ai polsi di Francesco Maggiore, 53 anni; Massimo Maggiore, 41 anni, Marco Maggiore, 36 anni e Orazio Maggiore, 29 anni.  Devono rispondere di furto aggravato in concorso.

Intorno alle 5 del mattino un cittadino ha segnalato ai carabinieri la presenza di un’autovettura sospetta, una Lancia Y, che si aggirava nell’area delle Madonie. Sono così scattati i controlli. Il mezzo è stato rintracciato lungo la statale 120 in direzione di Castellana Sicula, ma a bordo c'era solo una persona e non 4 come segnalato. Il veicolo, giunto all’altezza del km 47, ha fatto una repentina inversione di marcia. Gli investigatori hanno notato che da una stradina secondaria arrivava un Mitsubishi Pajero, con a bordo tre uomini. Il mezzo si è immesso sulla statale seguendo a distanza la Lancia Y. L'auto, in pratica, faceva da "staffetta" al secondo veicolo.

I militari hanno quindi bloccato auto e fuoristrada. Dai controlli è emerso che la Lancia era stata presa a noleggio da una ditta del catanese, mentre il fuoristrada era stato rubato, il lunotto posteriore era rotto e il quadro era stato manomesso. Sono stati trovati anche diversi oggetti da effrazione e chiavi utilizzate per portare a termine il furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento