rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Amministrative, la protesta degli scrutatori: "Dopo 3 mesi aspettiamo ancora i soldi"

C'è chi in quei giorni di metà giugno ha lavorato 36 ore: "L'attesa sta diventando lunghissima". Il Comune però fa chiarezza sui tempi. Bonifici e mandati di pagamento verranno emessi dalla ragioneria generale

Verranno pagati tra la fine del mese e la prima settimana di ottobre gli scrutatori impegnati ai seggi l'11 giugno scorso, in occasione delle elezioni amministrative. La notizia - raccolta da PalermoToday - arriva direttamente dalla commissione elettorale, che lo ha appreso dall'ufficio elettorale comunale. Agli scrutatori (3 mila in tutto) verrà corrisposta un'indennità di 130 euro.

Un chiarimento che ormai da diverse settimane attendeva l'esercito di scrutatori e presidenti di seggio impegnati lo scorso 11 giugno. Una lunghissima giornata al seggio elettorale iniziata in realtà con il "preludio" del sabato pomeriggio. Poi la maratona dalle 6 della domenica fino al termine dello spoglio del lunedì (c'è chi ha lavorato anche per 36 ore). "Il punto è che dopo tre mesi non abbiamo ancora alcuna novità sui pagamenti - scrive un lettore che ha prestato servizio alle amministrative -. L'attesa sta diventando lunghissima. Sia gli scrutatori che i presidenti di seggio sono ancora in attesa della fumata bianca". Un altro lettore domanda: "Perché nelle altre città i pagamenti sono avvenuti e a Palermo no?". Dagli uffici del Comune adesso però è arrivata la notizia tanto attesa. Bonifici e mandati di pagamento verranno emessi dalla ragioneria generale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amministrative, la protesta degli scrutatori: "Dopo 3 mesi aspettiamo ancora i soldi"

PalermoToday è in caricamento