Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

L'ospedale Cervello avrà un Polo infettivologico: 93 posti letto e un laboratorio multi specialistico

Con l'ammodernamento del Cto aziendale sono previsti 55 posti di degenza ordinaria, 14 di Terapia intensiva Uti e 24 di Terapia intensiva respiratoria Utir. Sarà realizzata un’area di radiodiagnostica dedicata (Tac, Rx)

Il sopralluogo per definire gli interventi

Vanno avanti gli interventi per aumentare i posti di Terapia intensiva nelle strutture sanitarie siciliane, così come previsto dal Piano redatto dalle Regioni (ciascuna per le proprie competenze territoriali) la scorsa estate e licenziato a ottobre dal commissario delegato straordinario, Domenico Arcuri.

In Sicilia, il presidente della Regione Nello Musumeci ha dato immediata attuazione agli interventi programmati e dopo l'avvio dei cantieri al Policlinico di Messina e all'ospedale Cervello di Palermo. Tutto è pronto per l'ammodernamento del Cto dell'Azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello, destinato a diventare il Polo infettivologico della Sicilia occidentale. Al suo interno saranno realizzati, complessivamente, 93 posti letto (di cui 55 di degenza ordinaria suddivisi in 45 di Malattie infettive e 10 di Pneumologia), 14 di Terapia intensiva Uti e 24 di Terapia intensiva respiratoria Utir, in linea con le priorità dell'emergenza Covid 19. Inoltre verrà realizzato un laboratorio multi specialistico per le emergenze, unitamente a un’area di radiodiagnostica dedicata (Tac, Rx).

Durante un sopralluogo, a cui hanno partecipato tra gli altri il direttore generale dell'azienda Walter Messina e l'ingegnere Tuccio D'Urso (nominato soggetto attuatore dal presidente della Regione Nello Musumeci nella sua veste di commissario straordinario), è stata evidenziata la particolare complessità dell'intervento. Dovranno essere adeguate, infatti, le aree dei due principali ospedali dell'azienda che accoglieranno i reparti ed i servizi attualmente operanti all'interno del Cto: una soluzione, quindi che oltre a dotare la Sicilia occidentale di un polo infettivologico di riferimento consentirà dei processi di ammodernamento di altre strutture aziendali. Nei giorni scorsi, così si è trovata la piena condivisione tra i primari, la direzione sanitaria, la direzione generale e l'ufficio del commissario delegato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ospedale Cervello avrà un Polo infettivologico: 93 posti letto e un laboratorio multi specialistico

PalermoToday è in caricamento