Omicidio in Belgio, palermitano ucciso a colpi di pistola in un bar

La vittima è Salvatore Catalano. Stava prendendo un caffè in plac du Marchè, a Liegi, quando un uomo ha aperto il fuoco contro di lui. Terzo siciliano ammazzato in poco più di un anno nella città vallona. Sull'episodio indaga anche la Squadra Mobile di Agrigento

La Scientifica durante i rilievi al bar "Le Huit"

Freddato a colpi di pistola da un sicario a coperto in un bar di Liegi, in Beglio. Salvatore Catalano, 66enne originario di Lercara Friddi (in foto), è stato ucciso ieri mattina nella cittadina della regione vallona, mentre si trovava seduto in un tavolo del bar “Le huit” di place du Marché. Sull’episodio indagano gli investigatori locali e la Squadra Mobile di Agrigento.

Come spesso faceva la mattina Catalano, che si era trasferito in Belgio anni fa, era andato a prendere il caffè nel solito bar, che in pochi minuti trasformatosi nel teatro di un efferato omicidio. E’ stato colpito al volto e al torace da un uomo che poi è fuggito verso Hors Château Street. "Non riusciamo a capire perché sia stato ucciso. Era depresso e talvolta litigioso ma non aveva problemi o debiti", ha raccontato il nipote Paolo Catalano al giornale belga Lameuse.be.

Salvatore Catalano-2L’uomo originario di Lercara, che da anni viveva in una casa affittata nella rue de Campine di Liege, aveva lavorato a lungo a Reynolon, nel distretto di Grace-Holland. Dopo la chiusura dell’attività in cui era riuscito a inserirsi, non aveva più trovato un lavoro. Ieri la tragedia, sotto gli occhi increduli dei passanti e dei camerieri del bar.

"Inizialmente pensavo fosse un gioco - ha dichiarato uno dei dipendenti del bar al giornale belga - ma appena ho capito cosa stava accadendo sono scappato subito cercando rifugio in cantina. Sono risalito subito dopo e ho visto il corpo di Salvatore disteso a terra". I presenti hanno chiamato un’ambulanza e la polizia che ha chiuso la strada e sgomberato il locale per effettuare i rilievi e avviare le indagini.

Dopo l’uccisione del favarese Rino Sorce, dell’empedoclino Mario Jakelich e il ferimento di Maurizio Di Stefano, quello di Catalano è il terzo omicidio avvenuto a Liegi in poco più di un anno. Proprio per questa ragione ci sono anche gli investigatori agrigentini a seguire il caso, nel tentativo di trovare un filo conduttore che colleghi i vari episodi. “La squadre de Le Huit - scrivono su Facebook i gestori del bar - fa le sue sincere condoglianze alla famiglia di Salvatore. Siamo tutti colpiti da questo caso. Apriremo il ristorante dopo l’indagine. Grazie per i vostri messaggi, vi terremo informati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro Convenienza chiude e non consegna i mobili già pagati: "Clienti truffati"

  • Folle serata allo Sperone, litiga con la moglie per i Sofficini e viene arrestato

  • L'arancina più buona a Palermo, gara alla vigilia di Santa Lucia: vince il Bar Matranga

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Concerti di Capodanno, scelti gli artisti: Biondi in piazza Giulio Cesare, i Tinturia al Cep

  • "Violenza sessuale su una paziente": polizia arresta un medico

Torna su
PalermoToday è in caricamento