rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Musei aperti di domenica, si allontana la paura del Coronavirus e tornano i turisti

Come ogni prima domenica del mese ingresso libero negli spazi culturali. Il presidente della Regione Nello Musumeci: "Questo conferma la gran voglia di normalità da parte dei siciliani"

Superata l’iniziale paura per il Coronavirus, musei e spazi culturali aperti sono stati oggi presi d'assalto con l’ormai canonica apertura a ingresso gratuito per la prima domenica del mese. Lo ha disposto il presidente della Regione Nello Musumeci seguendo quella che ormai è diventata una tradizione. “La folla di visitatori registrata nella mattinata di oggi nei luoghi di cultura - ha commentato il governatore - conferma la gran voglia di normalità da parte dei siciliani, pur nella emergenza sanitaria che investe buona parte dei Continenti. La nostra Isola si sta rivelando una terra sicura, grazie alla prudenza e alla responsabilità di ognuno”.

Tra le mete visitaibli a Palermo il Castello a Mare, il Palazzo Ajutamicristo, la Palazzina Cinese, il Villino Florio, il Palazzo della Zisa e Palazzo Mirto. Andando fuori dalla provincia l’elenco si allunga con il Parco di Naxos e Taormina, il Parco di Siracusa, La Valle dei Templi, il Parco di Selinunte, la Villa Romana del Casale, il Parco del Lilibeo, il Parco di Segesta, il Parco di Himera, Solunto e Iato, il Parco di Tindari, ma anche i tanti musei come il Salinas di Palermo, il museo di Messina, il Pepoli di Trapani, il Bernabò Brea di Lipari, il Paolo Orsi di Siracusa, il Museo di Caltagirone, il Museo del Satiro a Mazara del Vallo, Palazzo Abatellis a Palermo e Palazzo Bellomo a Siracusa.

Da sinistra Palazzo Abatellis, Museo Salinas, Castello Eurialo, Museo Orsi, Neapolis e Selinunte

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei aperti di domenica, si allontana la paura del Coronavirus e tornano i turisti

PalermoToday è in caricamento