rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Mafia Pallavicino

Mafia e pizzo tra l'Arenella e Pallavicino, dopo 15 anni la sentenza: 6 condanne e 2 assoluzioni

Il processo nasce dalle dichiarazioni del pentito Giuseppe Cassaro, che risalgono al 2015 e riguardano fatti che sarebbero avvenuti tra il 2007 ed il 2009

Erano accusati di aver fatto parte di Cosa nostra e anche di aver imposto il pizzo nelle zone dell'Arenella e di Pallavicino tra il 2007 ed il 2009. La sentenza di primo grado è arrivata soltanto oggi, cioè a 15 anni dalle prime contestazioni, e la terza sezione del tribunale, presieduta da Fabrizio La Cascia, ha deciso di condannare 6 imputati e di assolverne altri 2.

Nello specifico sono stati inflitti 9 anni di carcere Domenico Romeo, 10 anni a Sergio Messeri, 8 anni ad Antonino Troia, 10 anni e 8 mesi a Riccardo Milano, 9 anni e mezzo a Michele Patti, 4 anni e mezzo a Sergio Giannusa. Scagionati invece Guido D'Angelo (come richiesto dalla stessa Procura, l'imputato è difeso dagli avvocati Jimmy D'Azzò e Gianluca Corsino) e Giovanni Riela (assistito dall'avvocato Salvatore Priola).

Contro gli 8 imputati c'erano essenzialmente le dichiarazioni del pentito Giuseppe Cassaro che nel 2015 aveva deciso di collaborare con la giustizia, svelando tutta una serie di espisodi estorsivi. Nell'ottobre del 2019 il gup Piergiorgio Morosini aveva inflitto alcune condanne e aveva contestualmente rinviato a giudizio gli imputati per i quali il processo si è chiuso oggi in primo grado.
L'inchiesta era stata coordinata dai sostituti procuratori Dario Scaletta ed Amelia Luise (oggi alla Procura europea) e per ricostruire le varie richieste di pizzo è stato necessario mettere insieme le dichiarazioni di numerosi pentiti.

Nel processo si erano costituite parte civile diverse associazioni antiracket, alle quali i giudici hanno riconosciuto il diritto al risarcimento. Si tratta del Centro Pio La Torre (rappresentato dagli avvocati Ettore Barcellona e Francesco Cutraro), di Addiopizzo (avvocati Salvatore Caradonna e Maurizio Gemelli) e Sicindustria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia e pizzo tra l'Arenella e Pallavicino, dopo 15 anni la sentenza: 6 condanne e 2 assoluzioni

PalermoToday è in caricamento