Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

Lite in famiglia al Cep, aggredito dal genero: uomo in prognosi riservata

E' successo in via Parrini. L'uomo ha riportato fratture al volto e un trauma cranico. Il genero, rintracciato dai carabinieri, si trova in stato di fermo in attesa della convalida del giudice

Via Parrini

Un diverbio per futili motivi, poi la feroce aggressione. Un uomo di 65 anni si trova ricoverato a Villa Sofia in prognosi riservata dopo una lite con il genero, un 38enne, avvenuta in casa. E' successo ieri pomeriggio, intorno alle 19, in via Parrini, al Cep. La vittima dell'aggressione ha riportato fratture al volto e un trauma cranico con versamento ematico cerebrale.

E' arrivato in ospedale in codice rosso ma non sarebbe in fin di vita: si trova in "shock room". Servirà un'altra tac per valutare attentamente la sua situazione. Il genero - dopo l'aggressione - è scappato a piedi ed è stato rintracciato poco distante dall'abitazione di via Parrini, dal Nucleo radiomobile dei carabinieri. Si trova in stato di fermo in attesa della convalida del giudice.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lite in famiglia al Cep, aggredito dal genero: uomo in prognosi riservata

PalermoToday è in caricamento