Teatro Massimo, Francesco Giambrone confermato sovrintendente

La decisione del consiglio di indirizzo presieduto dal sindaco Leoluca Orlando che ha nominato come vicepresidente l'avvocato Federico Ferina

Leoluca Orlando e Francesco Giambrone

Francesco Giambrone è stato confermato sovrintendente della Fondazione Teatro Massimo. Oggi pomeriggio si è riunito il Consiglio di indirizzo presieduto dal sindaco Leoluca Orlando che ha proceduto all’unanimità alla nomina del vicepresidente, l'avvocato Federico Ferina, e sempre all’unanimità ha deciso di proporre al Ministro dei Beni Culturali il nome di Francesco Giambrone come sovrintendente, "confermando - si legge in una nota - l’apprezzamento per il curriculum presentato e per l’attività svolta".

Il consiglio era composto da Luciano Fiorino, ex presidente dell’Ente Autonomo Regionale “Teatro di Messina”, nominato dal ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli; Castrenze Guzzetta, chirurgo, già vicepresidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, nominato dal presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci; Federico Ferina, avvocato, nominato dal sindaco Orlando, già componente del Consiglio di amministrazione del Teatro Biondo; Daniele Ficola, riconfermato, ex direttore del Conservatorio di Palermo, scelto dal ministro Bonisoli all’interno della terna di nomi proposta dal Comune e dalla Regione. "Leoluca Orlando - si legge nella nota - ha rivolto un ringraziamento agli ex consiglieri di indirizzo Anna Sica, Leonardo Di Franco ed Enrico Maccarrone".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Francesco Benigno in tv: "Mio padre mi legava con le catene, ho dormito dappertutto"

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento