menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il distributore danneggiato e il sangue perso dal ladro maldestro

Il distributore danneggiato e il sangue perso dal ladro maldestro

Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Un ladro maldestro si è intrufolato nella notte tra domenica e lunedì all'edificio 19. Si è ferito alle braccia ma è riuscito a scappare con l'incasso custodita nella gettoniera. Sul posto la Scientifica, indaga la polizia

A vedere le foto potrebbe sembrare lo scenario di un horror firmato da Dario Argento e ambientato all’università. Invece si tratterebbe “solo” di un ladro maldestro che ha distrutto un distributore automatico per rubare l’incasso spargendo il proprio sangue ovunque. E’ accaduto due notti fa all’edificio 19, conosciuto anche Polididattico, dove ignoti si sarebbero introdotti per forzare l’apparecchio e portare via i soldi dalla gettoniera.

Ad accorgersene è stato ieri mattina il personale in servizio al Polididattico che ha segnalato l’episodio agli uffici amministrativi e contattato la polizia. In viale delle Scienze è intervenuto il personale della Scientifica per effettuare i rilievi, prelevare alcuni campioni delle tracce ematiche trovate sulla (e attorno alla) macchinetta e altri dettagli utili per le indagini.

La polizia ha acquisito le immagini delle tante telecamere dell’edificio 19 - uno fra quelli di più recente costruzione in viale delle Scienze - o piazzate lungo la cittadella. La videosorveglianza potrebbe aver immortalato il ladro mentre si feriva alle braccia per potere distruggere le parti in metallo e scardinare tutto. Al vaglio anche gli accessi per ferite da taglio o ferimenti sospetti degli ultimi due giorni nei pronto soccorso della città.

Le foto sono state pubblicate sui social e nei vari gruppi riconducibili agli studenti universitari che da ieri si stanno sbizzarrendo con le più disparate ipotesi su quel "bagno di sangue". Si passa dalla crisi isterica di qualcuno alle prese con lo studio alla reazione violenta per il resto “mangiato” dal distributore. E c’è anche chi, alla luce di quanto successo, spera che la propria sessione di esami venga quantomeno rinviata "alla chiusura delle indagini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento