menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti nei box di via delle Alpi: rubano auto e bici elettrica, arrestati

In manette due pregiudicati (uno di Ciaculli, l'altro di Brancaccio) dopo l'incursione nel garage di un condominio. Decisiva la telefonata al 113 di un residente, che ha fatto scattare l'intervento della polizia. Inutile il tentativo di fuga. Caccia a un terzo complice

L'accusa è di tentato furto aggravato in concorso. La polizia - intorno alle 4 di mattina - ha arrestato due palermitani, Antonino Bobbone , 50enne, e Pietro Cricchio 38 anni, entrambi pregiudicati. E' successo in via delle Alpi, quando gli agenti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, sono intervenuti dopo una chiamata al ‘113’ che segnalava l'incursione di tre persone (giunte a bordo di una Motoape e una Lancia Y) in un condominio. Un residente ha notato i tre mentre scavalcavano per introdursi in un’area privata che dà accesso ad alcuni box.

I poliziotti - piombati sul posto - hanno subito visto un uomo da lontanto. Accortosi dell’arrivo degli agenti, ha cercato di avvertire i complici dell’arrivo delle volanti. Poi è salito a bordo della Motoape per tentare la fuga. Dopo un breve inseguimento, è stato raggiunto, bloccato e identificato. Così Antonino Bobbone, 50enne di Ciaculli è finito in manette. Nel frattempo un’altra volante ha notato gli altri due uomini che stavano cercando di fuggire in direzione di via Aquileia. Mentre uno dei due è riuscito a far perdere le proprie tracce, l'altro, Pietro Cricchio, del quartiere Brancaccio, è stato bloccato.

La perquisizione ha consentito di rinvenire all’interno della Lancia e del cassone della Motoape, numerosi attrezzi atti allo scasso. I poliziotti hanno evidenti segni di forzatura nelle saracinesche di due box. Da uno dei due locali erano stati portati all’esterno, pronti per essere rubati, un’auto e una bicicletta elettrica. Bobbone e Cricchio, portati poi negli uffici di polizia, sono stati arrestati per il reato di tentato furto aggravato in concorso.  Ricerche in corso per risalire all’identità del terzo complice.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PalermoToday è in caricamento