Cronaca

"I conti sono in ordine": respinta l'istanza di fallimento per il Palermo

Secondo il collegio, composto dal presidente Giovanni D'Antoni, dal giudice delegato Giuseppe Sidoti e dal giudice anziano Raffaella Vacca, non ci sarebbe il rischio di insolvenza

Il presidente Giammarva

Il Tribunale ha respinto l'istanza di fallimento del Palermo Calcio, presentata dalla Procura, e disposto l'archiviazione del procedimento. Secondo il collegio, composto dal presidente Giovanni D'Antoni, dal giudice delegato Giuseppe Sidoti e dal giudice anziano Raffaella Vacca, i conti della società rosanero sarebbero a posto e non ci sarebbe nessun rischio di insolvenza. 

Ma Zamparini non esulta: "Sono troppo amareggiato"

Qualche settimana fa era stata la perizia super partes realizzata dai tecnici, nominati dal Tribunale chiamato a decidere sull'istanza, ad anticipare una valutazione dei libri contabili della società. Dalla relazione dei periti Saverio Mancinelli di Pescara, Daniele Santoro di Palermo e Angelo Paletta di Bologna era emerso che, grazie alle recenti operazioni fatte dal presidente Maurizio Zamparini, i conti del Palermo erano tornati in ordine. La decisione del tribunale lo conferma.

Si chiude così un lungo capito, iniziato lo scorso 15 novembre quando la Procura di Palermo presentò l'istanza di fallimento della società. L’ombra del fallimento però aleggiava già da tempo sul Palermo. La voragine nel bilancio era stata già segnalata da una serie di denunce ed esposti che sarebbero arrivati da alcuni creditori insoddisfatti. Gli investigatori però hanno sempre preferito non sbilanciarsi in attesa di aver completato definitivamente l'analisi dei documenti contabili. Da parte sua Zamparini ha sempre spazzato le accuse, smentendo le voci che parlavano di una grossa esposizione debitoria della società. "Posso sbagliare squadra, allenatori e giocatori, ma sono una persona onesta e trasparente - è stata la difesa del patron friulano -. E merito molto rispetto, a 76 anni. Così sembra che io sia un faccendiere che voglia far fallire il Palermo. Il Palermo è fallito altre volte, con me non lo farà". Dopo quattro mesi Zamparini si prende la sua rivincita.
 



 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I conti sono in ordine": respinta l'istanza di fallimento per il Palermo

PalermoToday è in caricamento