rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
La circolare del ministero della Salute

Covid, le nuove regole per il 2023: quanto dura l'isolamento e chi deve fare i tamponi

Cosa fare in caso di positività, quanti giorni bisogna stare a casa e quando si deve fare il test

Il 2023 ha portato con sé nuove regole per il Covid, che riguardano l'obbligo di tamponi e cosa fare in caso di positività, con nuovi giorni di isolamento e quarantena a seconda delle situazioni. Il governo Meloni ha introdotto nuove misure, a partire dai discussi tamponi obbligatori per i viaggiatori provenienti dalla Cina in risposta all'aumento dei contagi nel Paese asiatico. Successivamente, nel decreto rave sono state approvate nuove norme per contrastare i contagi da Covid, che sono state esplicitate in una circolare del ministero della Salute. 

Durata e fine dell'isolamento in caso di positività al Covid: le regole

Se si è stati sempre asintomatici si può uscire dall'isolamento dopo 5 giorni dal primo test positivo o dalla comparsa dei sintomi, senza il bisogno di un tampone negativo di conferma. I sintomatici possono invece lasciare l'isolamento dopo 2 giorni dalla scomparsa di ogni sintomo. Ma quali sono i sintomi considerati? Nell'ultima circolare del ministero della Salute è riportato che "i sintomi riferibili a Sars-CoV-2 nella forma lieve sono, oltre la febbre, tosse, mal di gola, nausea, vomito, diarrea, talvolta perdita gusto e/o olfatto, stanchezza, sintomi riferibili al raffreddore, naso che cola, starnuti, talora congiuntivite - occhi arrossati, raramente con secrezione -, dolori muscolari".  

Quindi l'isolamento finisce senza dover fare il tampone di uscita dopo 5 giorni se si è asintomatici, o dopo 2 giorni senza avere sintomi. Per i casi che sono sempre stati asintomatici l’isolamento potrà terminare anche prima dei 5 giorni se un test antigenico o molecolare effettuato presso struttura sanitaria/farmacia risulti negativo.  

Come funziona per i contatti stretti

A coloro che hanno avuto contatti stretti con positivi al Sars-CoV-2 è applicato il regime dell'autosorveglianza, durante il quale è obbligatorio di indossare mascherine Ffp2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.  Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi riconducibili al Covid, è raccomandata - ma non obbligatoria- l'esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare.    

Chi deve mettere le mascherine

Al termine dell'isolamento è obbligatorio usare le mascherine di tipo Ffp2 fino al decimo giorno dall’inizio della sintomatologia o dal primo test positivo (nel caso degli asintomatici), ed è comunque raccomandato di evitare persone ad alto rischio e/o ambienti affollati. Queste precauzioni possono essere interrotte in caso di negatività a un test antigenico o molecolare.

Come sta andando la pandemia in Italia

In Italia la pandemia sta vedendo una fase di relativa stabilità e, come visto nelle ultime settimane, di convivenza con altri virus respiratori come quelli dell'influenza. Da inizio dicembre i casi hanno iniziato a diminuire rispetto alle settimane precedenti: negli ultimi sette giorni il numero dei positivi è diminuito di oltre l'11 per cento rispetto ai sette giorni precedenti. Negli ultimi sette giorni ci sono stati in media 17.400 nuovi casi di positività al giorno, in calo rispetto ai 19.600 della settimana precedente e dei quasi 25mila di due settimane fa.

Ora è plausibile un potenziale aumento dei nuovi positivi dato dalle feste di Natale e Capodanno, anche se il numero dei tamponi effettuati è crollato. Al netto delle difficoltà delle strutture ospedaliere con la stagione influenzale e gli altri virus respiratori, la situazione nei reparti Covid è buona. Secondo gli ultimi dati diffusi dal ministero della Salute - al 27 dicembre -, il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva è al 3,6 per cento rispetto al 3,7 della settimana precedente. I decessi sono in lieve calo: negli ultimi sette giorni, in media ce ne sono stati circa 100 al giorno rispetto ai 114 della settimana precedente, un calo di oltre l'11 per cento. 

Fonte: Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, le nuove regole per il 2023: quanto dura l'isolamento e chi deve fare i tamponi

PalermoToday è in caricamento